29 Set

Sformato di zucchine

Questa è una ricetta di mia madre. Se l’è inventata da poco, ma visto che ha riscosso parecchio successo l’ha rifatta spesso.

Io l’ho fatta per la prima volta solo ieri in versione monoporzione (le zucchine le mangio solo io a casa) e vi suggerisco di provarla perchè è un modo semplice per variare un po’ le classiche ricette con le zucchine 🙂


Ingredienti per 1 persona:

  • 2 zucchine medie (io ho usate il tipo Roma)
  • 1 pezzo di scamorza affumicata o fiordilatte
  • 4 cucchiai di parmigiano
  • 1 bicchierino da caffè di farina
  • una decina di pomodorini
  • una decina di mandorle (variante mia, non necessarie)
  • sale, olio q.b.

Dopo averle ben lavate, tagliate le zucchine a rondelle e mettetele in una ciotola con la farina mescolando finchè non sono ricoperte tutte da una patina di farina.

Mia madre prima di fare questo le mette un po’ sotto sale per far perdere loro acqua e velocizzare la cottura. Io questo passaggio l’ho saltato.

Preparate i pomodorini a spicchi e il formaggio a dadini. Se usate anche le mandorle, che conferiscono un po’ di croccantezza, fatele a pezzi grossolani.

Prendete una teglia per il forno o gli stampi monoporzione e ungete il fondo con olio extravergine d’oliva. Quindi, realizzate un primo strato con le rondelle di zucchine, poi i pomodorini, le mandorle, quindi la scamorza e il parmigiano.

Fate anche un secondo strato (se ne volete fare anche un terzo nessuno ve lo impedisce…) di tutti gli ingredienti.

Infornate per 20-30 minuti a 170°.

Il risultato finale è davvero goloso!

Pin It
24 Set

Muffin al cioccolato bianco

Che buoni i muffin! Uno tira l’altro… Mia cognata Annamaria mi ha fatto avere la ricetta di questi al cioccolato bianco che mi aveva fatto assaggiare poco tempo fa e li ho provati anche io.

Avrei voluto farli già da qualche giorno, ma, incredibile a dirsi, non riuscivo a trovare la cioccolata bianca! In più di un supermercato l’avevano terminata… mah!

Poi due giorni fa sono andata dal mio fidato Lidl e ne ho preso una tavoletta da 200 gr con nocciole tritate e riso soffiato (marca Bellarom). Davvero ottima! Devo dire che in fatto di cioccolata Lidl è imbattibile…

Ingredienti per una ventina di muffin:

  • 375 gr. di farina
  • 4 cucchiaini di lievito in polvere
  • 125 gr. di zucchero
  • 200 gr. di cioccolato bianco a pezzetti
  • 2 uova
  • 375 ml di latte
  • 2 cucchiaini di scorza di limone finemente grattugiata
  • 160 gr. di burro fuso (io ho usato 160 gr di olio d’oliva)
  • 45 gr. di mandorle a scaglie (sono andata ad occhio)

Setacciate la farina e il lievito in una ciotola, incorporando lo zucchero e spezzettando il cioccolato bianco (questa per me è la parte più noiosa… aiutatevi con un coltello per fare pezzettini piccoli).

Lavorate le uova e il latte con la frusta e aggiungete la scorza grattugiatadi un limone.

Unite questo composto agli ingredienti nella ciotola e aggiungete anche l’olio (o il burro), mescolando con un cucchiaio. Il libro da cui è stata presa la ricetta specifica di non mescolare troppo perchè l’impasto deve risultare grumoso.

D’altro canto non penso sia possibile eliminare i grumi, visto che ci sono i pezzi di cioccolata bianca…

Comunque, una volta amalgamato il tutto, versatelo negli stampini per i muffin (se usate quelli in silicone o i pirottini non c’è bisogno di ungerli naturalmente) rimpendoli per circa 3/4.
Sopra mettete le mandorle in scaglie (che naturalmente non ho trovato… per cui ho tagliato le mandorle intere). Circa 5-6 su ogni muffin.

Infine, infornate a 180° per circa 20-25 minuti. Controllate quando la superficie è dorata e verificate la cottura con lo stecchino, se esce asciutto tirate fuori dal forno i muffin e fateli raffreddare prima negli stampi e poi su una gratella per evitare che si inumidiscano sul fondo.

14 Set

Siamo alla frutta…

Eh si! Gabriele ha compiuto 6 mesi! Non è che qualcuno di voi conosce il modo per fermare il tempo?! se continua così dovrò già iniziare a preoccuparmi per la scelta delle scuole superiori…
Vabbè non ci pensiamo…

Intanto vi faccio un breve resoconto dei suoi progressi: ormai da un po’ sta ben seduto da solo, dritto dritto, da seduto riesce a mettersi prima in ginocchio e poi carponi e si trascina e rotola ovunque vuole andare. Praticamente deve solo capire come mettersi seduto dalla posizione sdraiata (da semisdraiato ci riesce benissimo) e siamo a cavallo.

La scorsa settimana lo abbiamo portato al controllo psicomotorio e mi hanno detto che sia fisicamente che per movimenti, atteggiamenti e tutto è come un bimbo di 9 mesi. Orgoglio di mamma!

Non parla ancora ma usa tutte le vocali e le consonanti, combinandole in modi sempre nuovi.

Gli è spuntata la punta del suo primo dentino e ce ne sono almeno altri 3 già pronti.

E, infine, domenica abbiamo iniziato con gli assaggi di frutta!! Mi ero ripromessa, come è giusto che sia, che fino ai 6 mesi lo avrei allattato esclusivamente (niente acqua, tisane, figurarsi altro…) ma ora è arrivato il momento.

Ha fatto un po’ di pasticci perchè voleva imboccarsi da solo, ma in realtà stava morendo di sonno per cui era un po’ capriccioso, comunque ne ha mangiato qualche cucchiaino. Il pomeriggio però ci abbiamo riprovato dopo il  riposino ed è andata alla grande! E lo stesso ieri e oggi.

Abbiamo comprato la grattugia di vetro a piattino (mica la conoscevo…) dove gli grattugio uno spicchio di pera e gliela do col suo cucchiaino. Beh, non ne lascia cadere nemmeno un pezzettino e sta sempre lì con la boccuccia aperta in attesa dell’altra. Non serve nemmeno il bavaglino…
Mastica un po’ con le gengive e poi giù! Dolcissimo 🙂

Alla faccia di chi diceva che avrei dovuto aggiungere zucchero, miele o non so che altro perchè “di sicuro non gli piacerà perchè non è abbastanza dolce”… mah! mica finora l’ho nutrito a torte sacher!

E poichè, tolto uno spicchio, la frutta se non la si finisce subito si annerisce, immagino  che mi toccherà mangiarne diverse di pere e mele prossimamente… Che poi è una frutta che non ho mai amato se non nei dolci!

Oggi il pezzo di pera rimanente l’ho usato in un modo insolito (per me): in un risotto radicchio e pera.

Ingredienti (per una persona):

  • 80 gr di riso arborio
  • qualche foglia di radicchio rosso
  • 2 spicchi di pera
  • qualche cubetto di scamorza
  • un paio di cucchiai di parmigiano
  • 1 piccola cipolla, olio, sale, vino bianco

Tritare la cipolla e metterla a rosolare nell’olio. Aggiungere il riso e tostarlo, quindi sfumare col vino bianco.

Tagliare il radicchio a striscioline e aggiungerlo al riso, versare un bicchiere d’acqua ( o di brodo vegetale), salare e lasciar cuocere per una decina di minuti.

Aggiungere a questo punto la pera tagliata a cubetti e cuocere per altri 10 minuti circa versando acqua calda (o brodo) quando serve, fino a fine cottura.

Un minuto prima di spegnere il fuoco aggiungete la scamorza e il parmigiano e mantecate.

Il sapore dolce della pera è perfettamente in equilibrio con l’amarognolo del radicchio rosso.