28 Mag

Sformatini di melanzane e peperoni

Questo è uno dei cavalli di battaglia di mia madre, che realizza nella versione, molto scenografica, di ciambella. Ho pensato di farli, soprattutto per allontanare la tentazione di fare per la terza volta in pochi giorni i famosi gnocchetti di melanzana!

Io però, non avendo grandi quantità di melanzane in casa, ho fatto delle monoporzioni.

Ingredienti per circa 7 sformati:

  • 2 melanzane lunghe
  • 2 peperoni di colore diverso
  • caciocavallo
  • parmigiano
  • 1 uovo
  • pangrattato
  • olio, aglio, sale qb

Iniziamo cuocendo le verdure: far soffriggere uno spicchio d’aglio in una padella e mettere a cuocere le melanzane tagliate a dadini con un po’ di sale. Appena sono pronte spegnete e fate raffreddare.

I peperoni invece vanno grigliati o cotti in forno con tutta la pelle, lasciandoli per circa 30 minuti a 200°. Non appena si ammosciano sono pronti. In questo modo la pelle verrà via molto facilmente.

Tagliate il caciocavallo a cubetti e mescolate le melanzane intiepidite con il formaggio (sia il caciocavallo che il parmigiano), l’uovo e  il pangrattato. Quest’ultimo aggiungetelo un poco alla volta verificando la consistenza dell’impasto che naturalmente non deve essere troppo liquido nè troppo secco.

Con i peperoni ricoprite il fondo e i bordi degli stampini da muffin, creando quindi l’involucro esterno degli sformati. All’interno ponete il ripieno di melanzane.

A questo punto occorre infornare per circa 20 minuti a 180°, per far sciogliere il formaggio e far compattare il tutto. Sono però ottimi sia caldi che freddi, per cui possono essere tranquillamente preparati il giorno prima.

Con questa ricetta partecipo a Gustoshop in fiore
I premi di questo concorso sono prodotti tipici italiani offerti da Gustoshop.biz

24 Mag

Gnocchetti di melanzane

A chi non piacciono gli gnocchi? Io li adoro, ma a un patto: devono essere ben consistenti e non mollicci. Per questo sono sempre entusiasta di provare nuovi impasti, come quelli di ricotta o quelli di carota, che soddisfino questo requisito fondamentale.

L’idea di fare degli gnocchi con le melanzane l’ho presa dalla trasmissione Nonna & Io di Alice, ma le dosi sono tutte mie. Infatti, dopo aver visto quella puntata, ho fatto anche un po’ di ricerche su internet e ho trovato ricette che non mi soddisfacevano del tutto, perchè alcuni parlavano di impasto molto morbido (addirittura qualcuno per formare gli gnocchi è costretto a usare la tasca da pasticcere!), altri dicevano di  ripassare le melanzane in padella dopo la cottura in forno per asciugarle, altri, come nel caso di Adriana Montellanico, suggerivano di cuocere immediatamente gli gnocchi perchè poi avrebbero continuato a perdere acqua di cottura e si sarebbero sfatti.
Quindi, ho deciso di seguire il mio istinto culinario e ho trovato la mia ricetta perfetta 🙂 (per me, ovvio, magari voi li preferite più morbidi…). Così buoni che in una sola settimana li ho già fatti due volte e avendo altre 2 melanzane in frigo sono molto tentata di fare tris!

Il sapore poi è ottimo per questo periodo… melanzane e basilico sono le note predominanti: un piatto davvero estivo quindi.

Ingredienti per 2 persone:

  • 2 melanzane medio – grandi (la polpa cotta pesava circa 150 gr, scolata e strizzata siamo scesi a 60 gr)
  • circa 200 gr di farina
  • 1 uovo intero
  • abbondante basilico
  • 4 cucchiai abbondanti di parmigiano

Innanzitutto lavate bene le melanzane, bucherellatele con una forchetta e mettetele su una piastra in forno. Io ho regolato il forno a 200° e ho lasciato cuocere circa 45 minuti. Vi accorgete che sono pronte perchè si ammosciano parecchio.

Una volta cotte, apritele e togliete tutta la polpa con l’aiuto di un coltello o un cucchiaio. Se sono ben cotte, l’operazione sarà molto semplice. Questa polpa va strizzata bene con le mani, per far fuoriuscire tutta l’acqua di cottura. Il cambiamento di peso infatti è notevole!

Mettete questa polpa in un frullatore o robot insieme al basilico e al parmigiano e tritate molto bene. Prima di togliere l’impasto per lavorarlo, aggiungete anche l’uovo per farlo amalgamare.

A questo punto trasferite tutto su un piano di lavoro e iniziate ad aggiungere la farina. Inizialmente mettetene la metà, quindi a mano a mano verificate se ne serve altra. La quantità di farina usata dipende infatti dall’umidità delle melanzane.

Lavorate fino ad avere un impasto ben omogeneo e preparate gli gnocchetti. Io tendo a farli piccolini e regolati, senza usare la forchetta per fare l’incavo, ma voi usate la forma che preferite.

Con questa ricetta i miei gnocchi si sono tenuti benissimo per ore prima di essere cotti. Non si sono sfatti per niente e sono rimasti perfetti in cottura. Anzi, la prima volta li ho tirati su appena salivano a galla, come si fa normalmente, e invece avrebbero dovuto restare ancora un pochino.

La seconda volta li ho tirati su lo stesso subito, ma poi li ho fatto cuocere ancora un paio di minuti insieme al loro sughetto in padella, così da farli insaporire per bene.

Per il condimento, suggerisco un sughetto semplice di pomodoro fresco, cipolla e basilico, spolverando di parmigiano e magari un po’ di ricotta salata.
Ma anche un bell’accompagnamento di gamberoni con pomodorini pachino cotti quel poco che basta per lasciare tutta la freschezza!

 

Con questa ricetta partecipo a Gustoshop in fiore
I premi di questo concorso sono prodotti tipici italiani offerti da Gustoshop.biz

17 Mag

Involtini di filetto con purè di carote

Come promesso, ecco un nuovo piatto per il Menu Bimbi!

Gabriele non ama moltissimo la carne cucinata in modo semplice (come me…): o gli preparo una ricettina come si deve o niente! La scorsa settimana con una fettina di filetto ho pensato di fare un bell’involtino ripieno di formaggio e mollica di pane, così da unire proteine e carboidrati.

Per contorno ho preparato invece un purè di carote molto saporito. Inutile dire che stavolta non ha fatto storie per mangiare la carne…

Ingredienti per un involtino:

  • una fettina di filetto di manzo
  • un pezzo di formaggio tipo caciotta o provola
  • parmigiano
  • mollica di pane
  • cipolla
  • olio

Ingredienti per il purè:

  • 1 carota
  • mezza patata piccola
  • latte
  • parmigiano
  • olio

Ho iniziato lessando la patata e la carota dopo averle lavate, sbucciate e fatte a pezzi.Sia perchè è l’operazione che richiede più tempo sia perchè ho utilizzato il brodo vegetale per cuocere l’involtino.

Ho messo a bagno un po’ di mollica di pane raffermo in acqua (si può usare anche il latte). Dopo che aveva assorbito bene il liquido (scolate eventualmente l’eccesso) ho aggiunto un cucchiaio di parmigiano e mescolato bene.

Ho battuto il filetto, rendendolo molto sottile, quindi ho sistemato al centro un pezzo di formaggio e la mollica condita col parmigiano. Ho arrotolato la carne formando un involtino e chiudendo con uno stuzzicadenti.

Quindi ho messo l’involtino in una padella dove avevo fatto imbiondire la cipolla in un cucchiaio di olio e uno d’acqua e lasciato cuocere aggiungendo a mano a mano un po’ di brodo vegetale.

Nel frattempo, ho ridotto la carota e la patata (io ho fatto 2 porzioni: 2 carote e una patata piccola) a purè con il passaverdure. Questo composto l’ho messo in una padella antiaderente con abbondante parmigiano e circa un bicchiere di latte, mescolando in continuazione fino ad ottenere una crema densa.

Terminata la cottura dell’involtino, ho servito caldo (col formaggio bello filante) col purè di carote e un filo d’olio a crudo. Da leccarsi i baffi 🙂

PS. Per gli adulti interessati, aggiungerei solo un pizzico di sale (nemmeno troppo visto che c’è anche il parmigiano…)

**************************************

Con questa ricetta partecipo al contest “Dalla poppa alla pappa“.

11 Mag

Zucchine ripiene per grandi e piccini

Mi riprometto da troppo tempo di pubblicare qualche ricettina sfiziosa adatta ai piccolini di casa, ma ancora non ero riuscita a farlo!
Finalmente oggi posso postare queste semplicissime zucchine ripiene di carne e couscous che tanto sono piaciute a Gabriele e che piaceranno sicuramente anche a tanti grandi.

Inizialmente avevo immaginato di riempirle di carne e riso, ma poi per abbreviare al massimo i tempi di realizzazione ho deviato sul couscous.

Ingredienti per 2 porzioni:

  • 2 zucchine
  • 50 gr di carne tritata
  • mezzo bicchiere di couscous
  • q.b. di cipolla, olio, parmigiano, sale (io non l’ho messo, perchè preferisco evitarlo ancora per un po’)
  • salsa di pomodoro

Ho lavato bene le zucchine e le ho tagliate in 2-3 pezzi in base alla loro lunghezza, quindi ho tagliato ogni pezzo a metà, ricavando delle barchette il cui interno ho scavato con un coltello e messo da parte.

In un padellino antiaderente ho fatto rosolare la carne tritata con un goccio d’acqua e intanto ho messo sul fuoco un pentolino con un bicchiere d’acqua (o brodo vegetale) per il couscous. Quando l’acqua bolle, potete spegnere e versare il couscous, coprendo poi con un coperchio.

In un’ampia padella, ho messo la cipolla a rosolare in un paio di cucchiai di acqua e un cucchiaino di olio extravergine d’oliva (quando cucino per Gabriele preferisco aggiungerlo poi a crudo). Pronta la cipolla, ho versato la salsa di pomodoro e lasciato insaporire per un paio di minuti.

Infine, ho preparato il ripieno mescolando la parte interna delle zucchine tritata col coltello, la carne, il couscous che intanto avrà assorbito il liquido, abbondante parmigiano. Con questa farcia ho rimpito le barchette di zucchine, che ho messo quindi a cuocere nella padella del sugo, aggiungendo un po’ d’acqua per facilitare la cottura. Ci vuole almeno mezz’ora per far cuocere bene le zucchine, ma fate attenzione a non far seccare troppo i liquidi e aggiungete acqua quando serve. Deve comunque restare un bel sughetto con cui condire le zucchine.

Se volete, potete quindi aggiungere olio extravergine d’oliva a crudo prima di servire. Un ottimo piatto unico! Peccato che quel giorno Gabriele avesse tanta fame e a me non è rimasto nulla…

***************

Con questa ricetta partecipo al contest “Dalla poppa alla pappa” 🙂

 

04 Mag

Ciambelline in 10 minuti

Un pomeriggio di qualche settimana fa, inaspettatamente Gabriele dormiva e io non avevo grandi cose da fare… mettendo un po’ in ordine la dispensa mi capita tra le mani uno stampo  comprato da Lidl già da parecchio e ancora mai usato (me ne ero del tutto dimenticata): uno stampo per le ciambelline!

Mi sono messa subito alla ricerca di una ricettina semplice e ne ho trovata una perfetta: velocissima, con pochissimi ingredienti, con dosi facili da ricordare e buonissima nella sua semplicità!

Ingredienti (per 6 ciambelline):

  • 80 gr. di farina
  • 80 gr. di zucchero
  • 80 gr. di burro fuso
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di lievito

Ho mescolato tutti gli ingredienti con una frusta a mano (per non svegliare Gabriele quando dorme ho da poco riscoperto il piacere di utilizzare questo attrezzo), ho imburrato gli stampini e ho versato l’impasto in ogni forma. Ho infornato per circa 15 minuti a 180°, ho tolto le ciambelline dallo stampo e messe a raffreddare su una gratella. Infine le ho ricoperte con zucchero a velo.

Semplice, no??