28 Lug

Maiale in agrodolce con salsa di melograno

Posso dire solo una cosa: mamma che buono!!

Ho ancora ben vivo il ricordo del sapore, visto che ho finito di mangiarlo un quarto d’ora fa, e ribadisco: buonissimo!!

Piatto pronto in 10 minuti e risultato da leccarsi i baffi (o da fare scarpetta con la pizza bianca come ho fatto io 😛 ).

Il sapore della carne era perfettamente bilanciato: da un lato il gusto della carne di maiale, l’olio extravergine d’oliva (Olio Dante), il sale in fiocchi di Cipro (Tec-Al), dall’altro la dolcezza della cipollina, del prosecco (avanzatomi da una cena) e della marmellata di melograno (FiordiFrutta Rigoni d’Asiago) che, avendo come unico ingrediente il melograno e non contenendo zuccheri, si presta molto bene a questo tipo di abbinamenti.

Ingredienti per 1 porzione:

  • una bistecca di maiale
  • mezza cipollina
  • olio extravergine d’oliva
  • prosecco (o vino bianco)
  • 4-5 cucchiaini di marmellata di melograno senza zucchero
  • sale in fiocchi di Cipro (in alternativa sale grosso)
  • facoltativo: mentuccia

Mettete a soffriggere la cipolla affittata finemente in una padella con l’olio, quindi fate dorare la bistecca da entrambe le parti. Sfumate col prosecco (ma il vino bianco andrà bene lo stesso) e terminate la cottura (circa 8-10 minuti).
A questo punto, aggiungete la marmellata di melograno, lasciate cuocere insieme per circa un paio di minuti e impiattate.

Una volta nel piatto, completate con qualche fiocchetto di sale di Cipro (in alternativa sale grosso) che ha la caratteristica di sciogliersi immediatamente a contatto col calore e l’umidità del cibo.

In generale, infatti, sulla carne preferisco sempre aggiungere il sale a fine (o dopo) cottura, così che non si secchi troppo.

Nella foto si intravede qualche fiocchetto, guardate che bello!

PS. Sempre a fine cottura, se l’avete, qualche fogliolina di mentuccia dona un profumo meraviglioso!

27 Lug

Muffin con cuore di marmellata

Ho un bel po’ di marmellata in casa e vorrei consumarla in modo diverso rispetto alle solite crostate.

L’ho fatta un mesetto fa con le pesche di mio padre e le susine del giardino, quindi frutta buona davvero, e poi zucchero di canna, poco in verità.

Poichè di ricette nuove con la marmellata non ne ho, ho sbirciato tra i blog e mi è capitata una ricetta promettente tra le mani.
In fase di realizzazione mi sono resa conto che non c’era lievito tra gli ingredienti, per cui, dubbiosa, ho finito per l’aggiungerlo in extremis (lasciando un muffin senza per vedere la differenza).

Stamattina ho assaggiato il risultato e… “buoni! ma… io questo sapore lo conosco bene!! Ale, ma non ti sembrano i cupcakes di Nigella che faccio sempre???”
Vado a rivedermi la ricetta (che io le dosi non le ricordo manco per sogno, sennò che lo facevo a fare un blog di ricette???) ed è identica! A parte la differenza nel lievito (per i cupcakes ci si regola diversamente perchè non devono crescere) e la presenza di marmellata, le altre dosi erano uguali!
Comunque confermo, buoni 🙂 Sono un po’ burrosi, forse, ma proprio per questo più buoni 😛
E poi, visto che quegli altri li ho fatti più volte, posso dire anche che si conservano bene e morbidi per più giorni.

La ricetta di Nigella non l’ho ancora pubblicata perchè sono ancora alla ricerca di un frosting decente (lei li fa con la ghiaccia reale ma a me non convince ancora). Appena trovo una decorazione che mi aggrada vi propongo anche quelli!

(PS. rileggendo, forse potrebbe sembrare che do della copiona a Silvia di Arancia e Cioccolato ma non è così! In cucina e nei dolci soprattutto, le basi sono quelle, non è che si possa inventare chissà cosa. E poi mi ha fatto scoprire la possibilità di aggiungere questo cuore di marmellata che è proprio delizioso!)

Ingredienti per 8 muffin:

  • 120 gr di burro
  • 120 gr di zucchero
  • 120 gr di farina
  • 2 uova
  • mezza bustina di lievito
  • un pizzico di sale
  • 11 cucchiaiate di marmellata

Ho fatto fondere il burro (a bagnomaria o nel microonde) e poi l’ho mescolato con lo zucchero.
Ho aggiunto un uovo per volta, amalgamando bene, la farina, il pizzico di sale e per ultimo il lievito.

Ho riempito per 3/4 gli stampini per muffin e poi su ognuno ho messo una cucchiaiata abbondate di marmellata.
In cottura affonderà, andando a creare un delizioso ripieno.
Infornate a 180° per circa 25 minuti. Se volete decorare con granella di zucchero, aggiungetelo circa 5 minuti prima di spegnere il forno.

Vi state chiedendo com’è venuto quello senza lievito? Nel pomeriggio lo assaggio e vi dico!

21 Lug

Pomodori ripieni col riso

Un classico della cucina laziale: i pomodori ripieni di riso!

Quelli che si fanno nella mia famiglia però non seguono la ricetta più conosciuta e molto diffusa soprattutto a Roma. In quel caso i pomodori vengono infatti riempiti col riso crudo e vengono cotti in forno insieme alle patate.

Noi invece li farciamo con formaggio, piselli, salumi… insomma sono molto saporiti! Il riso poi lo cuociamo prima, anche se viene scolato molto al dente. Se usate un riso buono, non scuocerà di certo!

Comunque questo classico estivo non può mancare sulle nostre tavole e in fondo è anche piuttosto rapido da realizzare (a parte la cottura in forno) ed è ottimo da preparare in anticipo e da mangiare anche freddo.

Ingredienti:

  • 1 o 2 pomodori “da riso” a persona (quelli larghi e abbastanza grandi)
  • 2 cucchiai di riso da insalata (calcolato crudo) per pomodoro
  • 1 cucchiaio di piselli per pomodoro
  • formaggio tipo scamorza
  • parmigiano (a piacere, io stavolta non l’ho messo)
  • prosciutto cotto
  • olio, sale

Mettere a lessare il riso in acqua salata per una decina di minuti.

In un’altra padella cuocete i piselli con un po’ d’olio e un pizzico di sale.

Nel frattempo, togliere la calotta ai pomodori e poi svuotarli, facendo attenzione a non romperli.
Salate leggermente l’interno e metteteli capovolti per far perdere loro un po’ di acqua di vegetazione.

Scolato il riso, conditelo con olio e mescolatelo coi piselli lessati, il formaggio e il prosciutto tagliati a piccoli dadini e poi farcite ogni pomodoro precedentemente risciacquato dal sale e ben scolato.

Ricoprite ogni pomodoro con la propria calotta e mettete in una teglia con un filo d’olio. Cuocete in forno a 200° finchè i pomodori non iniziano a raggrinzirsi (circa un’oretta).

 

***************

 

La ricetta va a far parte della raccolta internazionale WHB 294 organizzata per l’edizione italiana da Brii del blog  Briggis recept och ideer,  questa settimana è ospitata da Astro del blog Viaggiare è un po’ come mangiare la raccolta verrà pubblicata anche da Haalo (organizzatrice internazionale),mentre  Kalyn ne è stata la fondatrice.

**********

Con questa ricetta partecipo al contest di Pillole Culinarie “La cucina tricolore”.

19 Lug

Tartellette da riciclo

Ci credete che non avevo mai usato prima la pasta brisèe?? Che poi ho visto dalla ricetta che dovrebbe essere facile farla in casa, solo che io mi sono ritrovata questa confezione comprata al posto di quella sfoglia (eppure avevo controllato che fosse quella giusta! i misteri della spesa sbagliata…) e ho approfittato per liberarmi di qualche avanzo in frigo.

In realtà ho scoperto che è proprio buona per cui penso che la riutilizzerò presto, magari stavolta provando a farla in casa 🙂

Quindi il menu prevede: tartelletta con fiori di zucca e wurstel, tartelletta con pomodorini e fiori di zucca, tartelletta con piselli e wurstel e tartelletta con zucchine (di cui manca la foto, non so perchè! i misteri delle foto scomparse…).

Tartelletta con pomodorini e fiori di zucca

Io per questa ricetta ho usato del mascarpone avanzato dopo aver fatto un tiramisù, la caciotta Kremina di Inalpi, pecorino e parmigiano, ma, a parte la base di uova, potete variare un po’ i formaggi e gli altri ingredienti, usando, per esempio, al posto del mascarpone la panna da cucina.

Gli stampini sono quelli antiaderenti in teflon della Guardini e si sono sformate perfettamente.

Tartelletta con wurstel e piselli

Ingredienti per la base di 5 tortine:

  • 1 confezione di pasta brisée
  • 3 uova
  • 4 cucchiaiate di mascarpone
  • 3 cucchiai di parmigiano
  • 3 cucchiai di pecorino
  • qualche fettina di formaggio che fonde

Rompere le uova intere in una ciotola e sbatterle. Aggiungere mascarpone, parmigiano e pecorino e continuare a mescolare bene.

Stendere la pasta brisée su ogni stampino eliminando gli eccessi. Stendetela bene fino ai bordi superiori, in quanto in cottura tenderà a scendere un po’.

Sul fondo di ogni tortina versate il composto di uova, quindi completate con la caciotta o altro formaggio e ingredienti a scelta: ortaggi, verdure, prosciutto, mortadella, wurstel… qualunque cosa vogliate eliminare dal vostro frigo 🙂

Io ho messo a crudo i pomodori e i fiori di zucca, mentre ho sbollentato prima i piselli e le zucchine.

Mettete in forno già caldo (io ho messo a 200° per circa 30 minuti).

Sono ottime anche fredde.

Tartelletta con wurstel e fiori di zucca

Ma se vi avanza un po’ della ricetta ricicla-avanzi?? Lo vedremo alla prossima puntata!


14 Lug

Muffin all’amaretto

Ho realizzato questi muffin con il “metodo bignè” di Montersino. Quindi, una garanzia!
In realtà avendo cambiato un po’ di cose in corso d’opera, avevo molti dubbi sulla riuscita. Invece sono stati davvero ottimi!
La ricetta l’ho presa dal libro Tiramisù e Chantilly, ma, con ingredienti diversi, del procedimento parla anche qui.

Praticamente, invece di mescolare insieme i vari ingredienti “a crudo”, come per la pasta bignè, prima si fonde il burro con acqua e si aggiunge la farina, asciugando il composto sul fuoco, poi si aggiungono gli altri ingredienti.

Nella ricetta del libro i muffin prevedevano l’uso di orzo, gocce di cioccolato, rum, ma io non avevo nessuno di questi ingredienti, per cui i miei sono muffin alle mandorle, amaretto e cacao!

Ma soprattutto, invece del lievito per dolci classico, era previsto l’uso del bicarbonato d’ammonio. Non avendo nemmeno quello, ho usato il primo… Ecco, era questo il punto che mi preoccupava di più. Sarebbero venuti bene lo stesso?? Per fortuna si 🙂

Ma veniamo alla ricetta e al procedimento!

 

Ingredienti per 12 muffin:

  • 150 gr di burro
  • 210 gr di farina 00
  • 150 gr di zucchero a velo
  • 210 gr di uova intere (circa 4 uova)
  • 20 gr di amaretto
  • una bustina di lievito per dolci
  • 5 gr di cacao
  • 100 gr circa di mandorle in pezzi o a lamelle
  • 2 gr di sale
  • qualche goccia di aroma alla mandorla

Occorre portare a ebollizione 50 gr di acqua, con il sale e il burro.
Appena raggiunge il bollore, aggiungere la farina tutta d’un colpo e mescolare facendo asciugare il composto sul fuoco.
E’ pronto non appena si stacca dalle pareti della pentola.

Allontanate dal fuoco e fate raffreddare. Quindi, unite lo zucchero a velo, le uova, il liquore, il cacao, le mandorle (lasciandone un po’ per la decorazione) e per ultimo il lievito.

Riempite gli stampini per circa 3/4 e decorate la superficie con le mandorle rimaste.

Infornate a 200°. Montersino dice per circa 10 minuti, ma a me ce ne sono voluti circa 25, non so se per la differenza nella lievitazione o, molto più probabilmente, per il mio forno che perde qualche colpo.

Comunque sia il risultato è ottimo 🙂

*********

In questa ricetta ho utilizzato l’aroma Mandorla di Flavourart e i pirottini  in silicone Pavoni.

13 Lug

And the winner is… 66!

Ecco finalmente i numeri dell’attesa estrazione del lotto di ieri sera:

Ruota di Roma – 66  3  32  12  43

Quindi il vincitore è l’autore del commento numero 66, cioè YAYA del blog http://yayaincucina.blogspot.com/!!

Auguroni 🙂

Yaya ha vinto con un secondo commento, visto che si è iscritta al gruppo FB di Nastro di Raso. E sono contenta che sia anche una commentatrice attiva sia sul gruppo che qui sul blog 🙂

Quindi ora non mi resta che separarmi dalla copia di Peccati di Gola autografata da Luca Montersino e spedirgliela quanto prima. Sarà dura, ma dovrò farlo!! ;-P

Ringrazio ancora tutti per aver partecipato e per avermi fatto vivere questa bella esperinenza, in cui ho conosciuto tanti persone nuove e tanti lettori che prima mi seguivano ma non mi avevano ancora commentata.
Visto il successo, penso che presto ripeterò l’esperimento 🙂

Intanto vi lascio una ricetta fresca fresca molto estiva: le piadine fatte in casa ripiene di pomodorini, formaggi e prosciutto cotto.

Delle piadine avevo già parlato qui (me le avete ricordate proprio voi, scegliendole tra le ricette che vi sono piaciute di più!), ma per comodità riporto la ricetta anche su questo post.

In questa ricetta ho usato la farina 00 di grano tenero del Molino Chiavazza e le fettine light Inalpi.

Ingredienti per le piadine:

  • 300 gr di farina
  • poco meno di una tazzina di caffè riempita d’olio extravergine d’oliva
  • mezzo cucchiaino di sale
  • 120 ml di acqua

Impastare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto liscio e molto elastico.
Ricavate delle palline di impasto e stendetele con un mattarello ottenendo delle sfoglie tonde sottili.
Riscaldare una piastra antiaderente senza aggiungere olio nè altri grassi e mettere sul fuoco la prima piadina per un paio di minuti, quindi girare e cuocere l’altro lato per altri due minuti.
Ripetere per ogni piadina.

Farcitura:

  • pomodorini
  • formaggi vari (io formaggio fuso a fette e caciocavallo)
  • prosciutto cotto in fetta spessa da tagliare a dadini

Tagliare i formaggi, il prosciutto e i pomodorini a dadini, farcire la piadina in una metà e appoggiare sopra le fettine di formaggio, così sciogliendosi andranno a coprire tutta la farcitura.
Quindi, piegare a metà e mettere in forno (o sulla piastra) finchè i formaggi non saranno fusi.

Servire calda.

11 Lug

Giveaway chiuso!

Grazie ancora a tutti i partecipanti al mio primo giveaway!

Sono davvero contenta che vi sia piaciuto e che abbiate scelto di lasciare un commento 🙂

E grazie anche a Luca Montersino, che è stato così gentile da mettermi a disposizione una copia del suo Peccati di gola, con dedica e autografo, da regalare al più fortunato tra tutti voi!

E quindi a questo punto vi starete chiedendo: chi è il fortunato vincitore????

Beh, devo chiedervi ancora un pochino di pazienza… Pensa e ripensa, non mi piaceva poi tanto l’idea di estrarre un commento con random.org, perchè l’operazione non sarebbe stata il massimo della trasparenza. E così, ho deciso di farmi dare una mano dalle estrazioni del lotto di domani sera.

Avete partecipato con 70 commenti, ma di questi alcuni devo annullarli perchè sono di troppo:  senza accorgermene avevo approvato i commenti di alcune persone che, per specificarmi alcune informazioni, hanno lasciato un terzo commento non valido.

Quindi, arriviamo a 67 commenti validi (se erano 90 era perfetto, mannaggia!) e  il vincitore sarà l’autore del commento che ha la posizione del primo numero estratto sulla ruota di Roma inferiore o uguale a 67.
Se il caso vuole che nessun numero della ruota di Roma sia inferiore o uguale a 67, passeremo al primo numero estratto inferiore o uguale a tale cifra sulla ruota di Napoli.

Mi sembra altamente improbabile che non ci sia nemmeno un numero al di sotto di tale cifra su nessuna delle due ruote, quindi mi fermo qua. Casomai proprio dovesse succedere, rimanderemo alla prossima estrazione!

Riporto qui l’elenco numerato dei commentatori, segnalando i doppi commenti.

  1. Fabio
  2. carla
  3. Marilì di Gustoshop
  4. Alex
  5. imma
  6. micaela
  7. dida
  8. Roberto
  9. Grazia
  10. Onde99
  11. Vincenzo di Paolo
  12. Kremuzio
  13. Chiara
  14. Marta
  15. Cristiana
  16. i dolci di laura
  17. i dolci di laura (II)
  18. Riccardo
  19. cinzia
  20. mirtilla
  21. Lisa
  22. Sabine
  23. verdepomodoro
  24. ichigo
  25. Cristiana (II)
  26. Giulia
  27. Gianni
  28. Deborah
  29. Settine
  30. IOLANDA
  31. ichigo (II)
  32. SingerFood
  33. Gianni
  34. carla
  35. monica
  36. Alessandra
  37. Alessandra (II)
  38. laura
  39. Antonella – ATTIMI DI LETIZIA
  40. Antonella – ATTIMI DI LETIZIA (II)
  41. Cristina
  42. Stefania
  43. piccoLINA
  44. rosanna
  45. veronica
  46. paola
  47. giordana
  48. Lucia
  49. Stefania  (II)
  50. supermamma
  51. la cucina di paola brunett
  52. ideamamma
  53. ideamamma (II)
  54. Lucia
  55. mirtilla
  56. giovanna g
  57. Rosaria
  58. Rosaria  (II)
  59. Cranberry
  60. Cranberry (II)
  61. Marjlou
  62. Debora
  63. Debora (II)
  64. Marjlou
  65. Yaya
  66. Yaya (II)
  67. giorgia

Infine, vi riporto la classifica delle ricette scelte:

  1. Cheesecake al cioccolato bianco
  2. Savarin al limoncello con le fragole
    Gnocchetti di melanzane
    Bon bon di pomodorini
  3. Fondant au chocolat profumato al cocco
    Piadine con patate e scamorza affumicata 
    Ciambelline in 10 minuti
    Pizza ripiena di verza
  4. Sformatini di melanzane e peperoni
  5. Zeppole di San Giuseppe
  6. Lasagne al profumo d’estate
  7. Polpettine tonno e ricotta
  8. Sfizi fritti al rosmarino
  9. Dolce soffice al cioccolato (senza uova)
  10. Muffin al cioccolato bianco
  11. Fiori di zucca ripieni al forno
  12. Filetto in salsa di parmigiano e noci
  13. Gateau monoporzione
  14. Zucca croccante al forno
  15. Crema di scampi
  16. Pasta madre
  17. Crepes di ceci
  18. Bignè rustici
  19. Ciambellone sofficissimo
  20. Pane alla birra
  21. Mini arancini di riso
  22. Passatelli alle carote
  23. Maiale in agrodolce con le mele
  24. Cioccolatini al cocco
  25. Pizza wurstel e scamorza
  26. Pizza alle tre farine
  27. Spaghetti con la mollica
  28. Pizza patate wurstel e formaggi
  29. Spaghetti con le telline
  30. Mozzarella in carrozza
  31. Crocchette di patate al forno

 

A domani sera (o mercoledì mattina) con il nome del vincitore!!

1   Fabio
2 carla
3 Marilì di Gustoshop
4 Alex
5 http://1.gravatar.com/avatar/b49d5af3271f78151d31b47ef2ae50f3?s=86&d=http%3A%2F%2F1.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G 

imma

 

6 micaela
7 dida
8 http://1.gravatar.com/avatar/f54f3896faeff559887405ade3960319?s=86&d=http%3A%2F%2F1.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G,http://1.gravatar.com/avatar/58a6c91af075da3a43c90258072644e8?s=86&d=http%3A%2F%2F1.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G,http://0.gravatar.com/avatar/e688b1c27c0721648f18f42f54b5b517?s=86&d=http%3A%2F%2F0.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G,http://0.gravatar.com/avatar/a9de5986e1492734edf31bf985745f66?s=86&d=http%3A%2F%2F0.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G,http://1.gravatar.com/avatar/964c9fb6563c0302ce4cd60a80063294?s=86&d=http%3A%2F%2F1.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G,http://1.gravatar.com/avatar/9b951a281db09c63072bd7f85712b61d?s=86&d=http%3A%2F%2F1.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G 

Roberto

 

9 Grazia
10 Onde99
11 Vincenzo di Paolo
12 Kremuzio
13 Chiara
14 Marta
15 Cristiana
16 :),http://1.gravatar.com/avatar/b2061f509cdf2a33a4137bca019f94ce?s=86&d=http%3A%2F%2F1.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G,http://1.gravatar.com/avatar/9f4b1c2fd4420ac778ff13bae1652613?s=86&d=http%3A%2F%2F1.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G,;) 

i dolci di laura

 

17 i dolci di laura (II)
18 Riccardo
19 http://0.gravatar.com/avatar/2a7f0518aa0ac517b781c14c52da8c0c?s=86&d=http%3A%2F%2F0.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G 

cinzia

 

20 mirtilla
21 ;-) 

Lisa

 

22 Sabine
23 verdepomodoro
24 http://0.gravatar.com/avatar/6c0ecf2a0c0ec32da69749b82506113c?s=86&d=http%3A%2F%2F0.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G,http://0.gravatar.com/avatar/43635a7d688adc145f6a7434aa935719?s=86&d=http%3A%2F%2F0.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G,http://0.gravatar.com/avatar/ae07400465e3dc3192ed8cbfb9abbf4b?s=86&d=http%3A%2F%2F0.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G,http://0.gravatar.com/avatar/4fc2a803e73cd31d30bf2e27e731ff44?s=86&d=http%3A%2F%2F0.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G 

ichigo

 

25 Cristiana (II)
26 Giulia
27 http://0.gravatar.com/avatar/cd095a34af10271896ebd492ab66c9b9?s=86&d=http%3A%2F%2F0.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G,:-D,http://0.gravatar.com/avatar/ad84617155188d22fe7c2733cc154e7d?s=86&d=http%3A%2F%2F0.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G 

Gianni

 

28 Deborah
29 Settine
30 http://1.gravatar.com/avatar/1bcfe7e7b9bb2192a7819a77c5b54f5f?s=86&d=http%3A%2F%2F1.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G,http://1.gravatar.com/avatar/fbb5befc534edc550af574593cd9a137?s=86&d=http%3A%2F%2F1.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G,http://0.gravatar.com/avatar/4fc2a803e73cd31d30bf2e27e731ff44?s=86&d=http%3A%2F%2F0.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G,http://1.gravatar.com/avatar/5de22097b56ca812072d410fea50241d?s=86&d=http%3A%2F%2F1.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G,http://1.gravatar.com/avatar/793c33cae6c1bfc7bbd026dcef478d23?s=86&d=http%3A%2F%2F1.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G,http://0.gravatar.com/avatar/0b66877646184245d22571c5c2ca4918?s=86&d=http%3A%2F%2F0.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D86&r=G 

IOLANDA

 

31 ichigo (II)
32 ;),;) 

SingerFood

 

33 Gianni
34 carla
35 :),:) 

monica

 

36 Alessandra
37  

   
  :),:)
 
  :)

 

 

Alessandra (II)

 

38 laura
39 Antonella – ATTIMI DI LETIZIA
40  

   
  :)
 
  ;-)

 

 

Antonella – ATTIMI DI LETIZIA (II)

 

 
41 Cristina
42 Stefania
43 :) 

piccoLINA

 

44 rosanna
45 :) 

veronica

 

46 paola
47 giordana
48 :) 

Lucia

 

49 Stefania (II)
50 supermamma
51  

   
  :-)
 
  ;)

 

 

la cucina di paola brunetti

 

52 :) 

ideamamma

 

53 ideamamma (II)
54 Lucia
55 ;) 

mirtilla

 

56 giovanna g
57 Rosaria
58 Rosaria (II)
59 :D 

Cranberry

 

60 Cranberry (II)
61 Marjlou
62 Debora
63  

   
  :-P,:-P
 
  :-)

 

 

Debora (II)

 

64 :D 

Marjlou

 

65 Yaya
66 :-) 

Yaya (II)

 

67 giorgia
08 Lug

Omelette formaggio e zucchine

Ecco uno di quei pranzi improvvisati (per quando tornando a casa, dici: e ora che mangio?)che però ti fanno leccare i baffi!

Per questa ricetta io ho utilizzato il formaggio grattugiato e le fettine Emmental Inalpi.
Queste ultime in particolare si sono rivelate una piacevole sorpresa: rispetto ad altre marche, infatti, si sono sciolte in una cremina davvero deliziosa, mentre di solito restano un po’ più “sode”.

Ingredienti:

  • uova
  • circa 1 cucchiaio abbondante per ogni uovo di parmigiano grattugiato
  • formaggio che fonde
  • zucchine
  • aglio, olio extravergine, sale

Ho iniziato tagliando a pezzi piccoli la zucchina, per velocizzare la cottura. L’ho messa in padella con olio e uno spicchio d’aglio e ho fatto cuocere con un pizzico di sale, aggiungendo un po’ d’acqua quando necessaria.

Ho sbattuto le uova con il parmigiano grattugiato e un pizzico di sale. Quindi ho cotto la frittata in olio caldo.

Infine, ho messo le zucchine cotte su una metà della frittata, insieme al formaggio, ripiegato a portafoglio l’altra metà della frittata e fatto cuocere ancora per un minuto circa, il tempo necessario a far fondere il formaggio.

Servire ben calda!

**********************

Questo è il mio ultimo post prima dell’estrazione del mio Giveaway!! Avete tempo fino alla mezzonotte di domenica 10 luglio!

Buona fortuna a tutti i partecipanti e grazie!!

 

07 Lug

Tartufi al doppio (o triplo) cioccolato

Vi avevo parlato di un esperimento da fare col mio dolce al bacio. Fallito! 😥

Volevo fare i cake pops, ma il cioccolato fuso non andava bene (secondo me è essenziale il burro di cacao per renderlo più liscio e omogeneo sulle palline di torta) e soprattutto, una volta messi ad asciugare, scivolavano giù dal bastoncino e si rovinavano!! Uff sembrava così facile…

Se qualcuno di voi ha consigli mi faccia sapere perchè non demordo mica!

Comunque sia una torta al cioccolato impastata con ricotta e cioccolato bianco e ricoperta di cioccolato fondente non si butta mica, no?!?! Quindi sono nati questi tartufini buoni buoni e da circa 13.500 Kcal a morso 😛

Ingredienti per circa una ventina di tartufini:

  • mezza torta al cioccolato
  • 200 gr di ricotta
  • 200 gr di cioccolato bianco
  • 200 gr di cioccolato fondente
  • cacao
  • granella di nocciole

La torta può anche essere di un paio di giorni prima, va sbriciolata in una ciotola e impastata insieme alla ricotta e al cioccolato bianco fuso. Questo composto va fatto riposare in frigo per almeno un paio d’ore, così da compattarsi e da poter essere lavorato agevolmente.

Trascorso il tempo, formate con l’impasto delle palline e poi passatele nel cioccolato fondente fuso, ricoprendole completamente.

Lasciate rapprendere un po’ il cioccolato (ma non totalmente) e poi ripassate le palline nel cacao o nella granella di nocciole.

Conservate in frigo.

**************************************

Mancano solo 4 giorni alla chiusura del giveaway!

Ieri mi è arrivato il libro Peccati di Gola che Luca Montersino ha messo a disposizione come premio 🙂
Che meraviglia!

05 Lug

Pizza alle tre farine

Chi mi segue su FB o Twitter sa che ieri la mia cucina era inondata da profumi paradisiaci!

Ho fatto una torta al cioccolato (il mio classico dolce al bacio), per un’esperimento che poi vi dirò come andrà, e ho messo a lievitare la pizza! Esistono profumi più buoni? Slurp!

Oggi vi tocca la pizza, per il dessert vedremo come andrà il pomeriggio… Era molto che non pubblicavo le mie pizze (eppure ne faccio in continuazione), ma è sempre un problema fotografarle! Un po’ perchè le mangiamo calde calde appena sfornate e non c’è mai tempo per fermarsi a inquadrare e un po’ perchè non so come mai mi vengono sempre brutte le foto della pizza. Diciamo che, soprattutto, non rendono l’idea! Mah…

Però stavolta dovevo assolutamente scrivere le dosi usate perchè è uno dei miei piccoli esperimenti di mix di farine che ha dato vita a una pizza leggera, fragrante e deliziosa.
Non vorrei dimenticarmi le percentuali!

Ingredienti:

  • 300 gr di farina 00
  • 175 gr di manitoba
  • 100 gr di semola rimacinata
  • olio extravergine d’oliva, sale, zucchero, acqua tiepida
  • lievito di birra (io ho usato una bustina di liofilizzato, ma anche fresco va benissimo)

Ho miscelato in una grossa ciotola le 3 farine, quindi ho messo l’olio, il sale sui bordi esterni e poi, ho creato una piccola buca al centro, in cui ho messo il lievito di birra liofilizzato con due cucchiaini di zucchero.

Io mi trovo molto bene con questo lievito (non avendo più la mia amata pasta madre), perchè, rispetto a quello fresco, non ho problemi di scadenze (scade, naturalmente, ma molto più in là nel tempo), non va sciolto prima nel liquido e ce l’ho sempre a disposizione.

Ho lavorato bene fino ad ottenere un impasto elastico ed omogeneo e poi ho messo a lievitare coperto fino al raddoppio.

Con questo impasto ho fatto una pizza ripiena con zucchine (messe a crudo), prosciutto cotto e la caciotta Kremina Inalpi.

E un’altra pizza l’ho fatta semplicemente con salsa di pomodoro e pezzetti di caciocavallo (dovevo consumare degli avanzi) e condita con olio extravergine d’oliva e sale.

L’impasto della seconda, anche se dalla foto non si nota molto, era molto più buono della prima. Com’è possibile, direte voi, visto che era tutt’uno?? Perchè ho lasciato lievitare più a lungo del dovuto la pizza e così iniziava ad ammosciarsi un po’.

Però nella fretta di preparare tutto, ho fatto subito quella farcita e ho messo in forno. Buona, ma si sentiva che la lievitazione non era perfetta.

Intanto che cuoceva la prima, ho lavorato nuovamente l’impasto restante e l’ho steso direttamente sulla teglia, facendo fare una seconda lievitazione. Perfetta!! E’ risultata davvero leggera, ben alveolata e fragrante.

Se volete fare lunghe lievitazioni, infatti, l’ideale sarebbe mettere meno lievito. Beh, comunque è andata benissimo 🙂

Mancano 5 giorni alla chiusura del mio Giveaway!! Sbrigatevi a partecipare!