24 Apr

Gnocchi alla curcuma e mentuccia con sogliola e pomodorini

Gli gnocchi alla curcuma ve li avevo già fatti vedere pochi giorni fa, ma oggi li ho riproposti in una nuova versione, aromatizzandoli con la profumatissima mentuccia del mio giardino.
L’abbinamento è davvero fresco e primaverile, adattandosi alla perfezione ad un condimento leggero di pomodorini e sogliola.   gnocchi_mentuccia_sogliola3

Ingredienti per 2 porzioni:

  • 200 g di farina
  • 200 g di acqua
  • un cucchiaio raso di curcuma
  • una decina di foglioline di mentuccia

Per il condimento

  • una sogliola di media grandezza (da cui eliminare la lisca e le spine)
  • circa 15 pomodorini
  • uno spicchio d’aglio
  • olio extravergine d’oliva, sale q.b.
  • mentuccia

Ho portato a bollore l’acqua, versando poi a pioggia la farina e la curcuma lontano dal fuoco, mescolando energicamente per far assorbire tutto il liquido. Ho lasciato intiepidire, quindi ho tritato la mentuccia col coltello e l’ho incorporata all’impasto.

Ho preparato gli gnocchi, formando prima dei salamini e poi tagliando i piccoli pezzi di pasta.

gnocchi_mentuccia

Tappeto in silicone Pavoni

Ho preparato il condimento facendo imbiondire uno spicchio d’aglio in olio extravergine d’oliva, ho aggiunto i pomodorini e poi i filetti di sogliola, salando e lasciando cuocere pochi minuti, aggiungendo solo a fine cottura qualche fogliolina di mentuccia.

Ho infine lessato gli gnocchi in abbondante acqua salata, scolandoli non appena sono saliti a galla e mettendoli nella padella con il condimento ad insaporire e ad assorbire il condimento.

gnocchi_mentuccia_sogliola

Piatto Poloplast

Pin It
23 Apr

Torta salata con brisèe alle arachidi

Vi ricordate la brisèe ai pistacchi di Vale, che poi si è trasformata anche in brisèe alle noci??

Stavolta l’ho reinterpretata in una versione molto golosa alle arachidi! Essendo stata molto generosa nella dose di arachidi usata, devo dire che il risultato è stato molto sfizioso e che la pasta l’avrei finita anche senza farcitura!

torta_arachidi

Essendo, come quasi sempre accade, una torta improvvisata, l’ho farcita con ciò che avevo in frigorifero, quindi usate davvero quel che preferite 🙂

Questa la mia versione…

Ingredienti per uno stampo da 24 cm:

  • 250 g di farina 00
  • 70 g di arachidi
  • 1 uovo
  • 150 g di burro freddo

Per la farcitura

  • 250 g di fiocchi di latte
  • 60 g di provolone
  • 1 uovo
  • 50 g di salame

Ho tritato le arachidi insieme a 100 g di farina (non fa niente se restano dei pezzetti più grossolani, anzi secondo me è un valore aggiunto). Ho quindi impastato questa farina insieme alla restante, all’uovo e al burro a pezzetti.
Ottenuto un impasto omogeneo, l’ho coperto e messo in frigorifero per circa 30 minuti.

Nel frattempo ho tagliato a dadini il salame, il provolone e ho sbattuto insieme i fiocchi di latte insieme all’uovo.

Trascorso il tempo di riposo, ho steso l’impasto della brisèe e con esso ho foderato una teglia per il forno. Ho messo sul fondo i dadini di salame e formaggio, quindi ho versato il composto di uova e fiocchi di latte.

Con gli avanzi di brisèe ho realizzato le strisce di pasta per la copertura e alcuni coniglietti e fiorellini per decorarla (era per Pasquetta 🙂 ).

Ho messo in forno a 200° per circa 45 minuti (verificate però il tempo che occorre in base al vostro forno).
Fate intiepidire o raffreddare del tutto prima di servire.

torta_arachidi2

Teglia Icont

Pin It
22 Apr

Gnocchi alla curcuma con melanzane e pesto

Non posso passare troppo tempo senza i miei gnocchi… questa volta sono dei semplicissimi gnocchi all’acqua aromatizzati e colorati con la curcuma, per ottenere delle piccole pepite dorate, e conditi con delle melanzane e del pesto.

Come sempre, velocissimi da fare e molto gustosi 🙂 gnocchi_curcuma2

Ingredienti per 2 porzioni:

  • 200 g di farina
  • 200 g di acqua
  • un cucchiaio raso di curcuma

Per il condimento:

  • 1 melanzana grande
  • 1 spicchio d’aglio
  • 3-4 cucchiai di pesto
  • olio extravergine d’oliva
  • sale q.b.

Ho messo sul fuoco l’acqua in una pentola capiente e ho aspettato il bollore, quindi ho spento e ho versato la farina e la curcuma tutto in una volta. Ho mescolato velocemente con una spatola finchè la farina non ha assorbito tutta l’acqua, quindi ho lasciato raffreddare pochi minuti, il tempo che l’impasto fosse lavorabile con le mani senza ustionarsi 🙂

Nel frattempo ho fatto imbiondire uno spicchio d’aglio in olio extravergine d’oliva, quindi ho aggiunto le melanzane a dadini, ho salato e ho lasciato cuocere.

Quindi ho lavorato bene l’impasto degli gnocchi e ho formato dei salsicciotti con i palmi delle mani tagliando poi gli gnocchi e lasciandoli sul piano di lavoro leggermente infarinato.

gnocchi_curcuma

Una volta pronti, li ho lessati in abbondante acqua salata, li ho scolati una volta saliti a galla e li ho messi nella padella con le melanzane facendoli insaporire e amalgamare insieme a una cucchiaiata di acqua di cottura degli gnocchi.

Per ultimo ho unito un po’ di pesto, ho mescolato e servito.

Pin It
04 Apr

Ravioli di farro e semola farciti di tonno e robiola e profumati alla mentuccia

Dopo l’abbuffata di gnocchi mi sono resa conto che era un po’ che non facevo un bel piatto di ravioli. Lo spunto per questi l’ho avuto da Alessandra Spisni che ha realizzato dei ravioli  ripieni di tonno al naturale e mascarpone (con anche aggiughe, capperi, patate…, che si sa “l’abbondanza non fa mai carestia“… 😀 ). Da quando li ho visti, una settimana fa, erano diventati il mio chiodo fisso ;-P

ravioli_tonno2

Piatto Poloplast

Un paio di giorni fa, quind,i ho approfittato per provare la mia versione semplificata e più adatta alla giornata praticamente estiva (che tanto non possiamo mica uscire visto che siamo in isolamento da varicella), con un ripieno di tonno e robiola aromatizzato dal fresco e primaverile profumo di mentuccia, conditi con del semplice sughetto di pomodoro. Beh, una delizia!

Per la pasta ho usato il 50% di semola e 50% di farina di farro, ma quest’ultima potete anche sostituirla con normale farina se non ne avete a disposizione. Mi piace invece usare comunque parte di semola per rendere la pasta più ruvida e adatta ad accogliere il condimento.
Per lo stesso motivo non amo stendere eccessivamente sottile la sfoglia per la pasta: di solito, con la macchinetta, mi tengo sul penultimo spessore (il 5).

ravioli_tonno

Ingredienti per 4 persone:

  • 100 g di semola
  • 100 g di farina di farro
  • 2 uova
  • 150 g di robiola
  • 4 scatolette da 80 g di tonno sott’olio ben sgocciolato (220 g di tonno)
  • 20 g di parmigiano grattugiato
  • circa 12 foglie di mentuccia
  • una cipollina fresca (o uno scalogno)
  • 400 g di polpa di pomodoro (o pomodorini freschi)
  • qualche oliva (meglio se di Gaeta, io avevo solo queste verdi)
  • olio extravergine d’oliva, sale q.b.

Ho sistemato sul piano di lavoro le due farine a fontana. Al centro ho messo le uova e ho iniziato a impastare con una forchetta, passando poi alle mani e ottenendo l’impasto per la sfoglia, che ho messo a riposare sul piano coperto da una ciotola.

Nel frattempo ho messo il tonno in un’altra ciotola e l’ho lavorato con una forchetta per renderlo fine, aggiungendo poi la robiola, il parmigiano grattugiato e la mentuccia tritata col coltello. Ho impastato bene tutto e ho messo da parte.

Ho anche avviato la cottura del condimento, tritando il cipollotto fresco e facendolo imbiondire in olio extravergine d’oliva. Ho aggiunto quindi la polpa di pomodoro e le olive a rondelle e lasciato cuocere con un pizzico di sale. A fine cottura ho aggiunto anche un paio di foglie di mentuccia per profumare.

Ho poi ripreso la realizzazione dei ravioli, stendendo la pasta (io con la macchinetta, allo spessore 5) e mettendo delle palline di ripieno distanziate sulla metà inferiore lunga delle sfoglie ricavate. Sopra ho adagiato la restante metà e poi ho coppato per chiudere ogni raviolo. Naturalmente potete fare la forma che preferite… ravioli_tonno4 Ho quindi lessato i ravioli in abbondante acqua salata e li ho scolati direttamente nella padella col condimento per insaporire tutto qualche secondo sul fuoco.
Servite fumante con o senza una bella spolverata di parmigiano (che non gradisco sul pomodorino fresco, ma molto sulla polpa).

ravioli_tonno3

Pin It
01 Apr

Gnocchi di peperoni con porro, speck e crema di robiola

Ecco altri gnocchi! E non sono nemmeno gli ultimi che ho in archivio… 🙂

Stavolta parliamo di peperoni rossi, che donano agli gnocchi un aroma delicato ma delizioso e un bellissimo colore rosso, rendendoli particolarmente adatti alla tavola primaverile ma anche estiva. gnoccchi_peperoni

Piatto Poloplast

Il condimento in questo caso è stato a base di porri e speck, con un’avvolgente cremina di robiola, ma sarebbero ottimi con mille condimenti, a base di verdure, carne e pesce.

Ingredienti per 3 porzioni:

  • 2 peperoni medi (275 g da cotti)
  • 400 g di farina
  • 20 g di parmigiano

Condimento

  • 1 porro
  • 120 g di speck
  • 100g di robiola
  • olio extravergine d’oliva
  • parmigiano

Ho arrostito in forno i peperoni, finchè non si sono ammorbiditi, ho eliminato la pelle e i semini, quindi li ho frullati.
Ho sistemato la farina a fontana, al centro ho messo il parmigiano e la purea di peperoni, quindi ho iniziato ad impastare, prima con una forchetta e poi con le mani, ottenendo un impasto morbido e non appiccicoso.
Quando fate gli gnocchi, non mettete mai subito tutta la farina, ma tenetene un pochino da parte, più altra di riserva, da aggiungere a mano a mano in base alle necessità. Le indicazioni date dalle ricette, in questo caso, sono sempre indicative e mai precise perchè variabili in base agli ingredienti usati.

Pronto l’impasto, l’ho lasciato riposare coperto, quindi ho preparato il condimento, affettando il porro sottilmente (dopo averne tagliato le estremità ed eliminato la foglia più esterna) e facendolo appassire in olio extravergine d’oliva. Ad esso ho aggiunto anche lo speck tritato col coltello e ho lasciato cuocere per circa 5-6 minuti.

Ho quindi messo a bollire l’acqua per la pasta e nel frattempo ho preparato gli gnocchi.

gnoccchi_peperoni_crudi

Tappeto in silicone Pavoni

Una volta pronti, ho salato l’acqua e li ho lessati finchè non sono saliti a galla, quindi li ho prelevati con una schiumarola e li ho scolati direttamente nella padella col porro e lo speck, aggiungendo la robiola e 3-4 di cucchiai di acqua di cottura, mescolando e amalgamando tutto sul fuoco medio.

Ho servito con una generosa spolverata di parmigiano grattugiato. Slurp ;-P

Pin It