14 Nov

Scrub per il corpo all’arancia e cannella

No, avete visto bene, non è una ricetta mangereccia, nonostante gli ingredienti invitanti!

Stavolta vi propongo una ricetta per la bellezza… l’ho testata ed è fantastica! Così facile da fare, ma anche così confortevole, profumata, una vera coccola!

E quindi, perchè non metterla da parte e tirarla fuori fra un mesetto, per prepararla per i nostri amici e fare un originale regalo di Natale? Ma magari nel frattempo potete prepararne un po’ lo stesso e utilizzarla voi… ;-P

Questo scrub si presenta come una preparazione granulosa, da usare prima del bagno o la doccia, che strofinando la pelle permette di renderla morbida e setosa, eliminando impurità e cellule morte e donando elasticità grazie alle proprietà emollienti dell’olio di mandorle dolci.

L‘arancia e la cannella donano invece un profumo avvolgente e piacevole.

scrub

Ingredienti per un barattolo:

  • 20 g di olio di mandorle dolci
  • 250 g di zucchero semolato
  • 25 g di succo di arancia
  • un cucchiaio di cannella in polvere
  • la scorza grattugiata di un’arancia

Ho mescolato lo zucchero semolato con l’olio di mandorle dolci, quindi ho aggiunto il succo di arancia, la cannella e la scorza grattugiata dell’arancia.

Va conservato in un barattolo di vetro e usato prima della doccia per massaggiare corpo ma anche viso per qualche minuto. In seguito, va sciacquato via con l’acqua per procedere  al classico lavaggio.

scrub2

Pin It
12 Nov

Un’arcobaleno di colori per il suo primo compleanno…

E così… un anno è passato… la mia pulcetta Angelica è ormai una donnina in miniatura, cammina in giro per casa da sola, litiga e gioca col fratello, fa capricci e urla, ma poi ride a crepapelle per le sciocchezze, ama stare con i bimbi, ballare, ma continua pur sempre ad amare moltissimo stare in braccio a mamma e a poppare come se non ci fosse un domani… 🙂

Un anno fa , il giorno del mio compleanno, ha deciso di venire al mondo per condividere con me una data che ho sempre amato e centinaia di auguri: 11 novembre 🙂
torta_uno

Per il suo primo compleanno volevo una torta colorata e allegra come lei e ho realizzato questo dolce a forma di UNO, al melograno e mandorle, farcita di una semplice crema al mascarpone e ricoperta di tantissimi confettini colorati!
Inutile dire il suo divertimento nel toglierli tutti mentre cercavamo di scattare le foto di rito! 😀

principessa
Ingredienti per la base:

  • 200 g di farina 00
  • 100 g di farina di mandorle
  • 250 g di zucchero di canna
  • 130 g di succo di melograno (sostituibile con acqua o qualunque altro liquido)
  • 130 g di olio extravergine d’oliva
  • 3 uova
  • 1 bustina di lievito

Ho sbattuto le uova insieme allo zucchero fino a trasformarle in una spuma chiara. Ho aggiunto l’olio e il succo di melograno ottenuto dai chicchi schiacciati con lo schiacciapatate (per eliminare facilmente tutti i semini), mescolando ancora.
Ho aggiunto la farina, le mandorle tritate e il lievito, mescolando con la frusta.
Ho imburrato e infarinato una teglia rettangolare e ho cotto a 180° per circa 40 minuti.
Per verificare la cottura di questo dolce sofficissimo vi consiglio sempre la prova dello stuzzicadenti: se immergendolo nel dolce ne esce asciutto, il dolce è cotto.

Ingredienti per la farcitura:

  • 500 g di mascarpone
  • 150 g di zucchero a velo
  • 250 g di panna fresca (non zuccherata quindi)

Per la decorazione:
Confettini colorati tipo M&M’s, Smarties e simili. Di solito compro quelli di Lidl ma non hanno colori vivaci, per cui per questa torta vi consiglio i più costosi ma più allegri marchi.

Una volta raffreddato il dolce, ho ritagliato la forma dell’uno, l’ho poi tagliato a metà per farne due strati e ho preparato la crema per la farcitura.
Ho mescolato il mascarpone con lo zucchero a velo, ho montato quindi la panna e l’ho incorporata delicatamente alla crema.

Ho farcito il primo strato di dolce con abbondante crema, ho posizionato sopra l’altro strato di dolce, quindi ho ricoperto interamente la torta di crema.

uno_fetta

NB. Il dolce va fatto e farcito il giorno prima per farlo insaporire. Conservatelo in frigorifero ma decoratelo il giorno stesso.

uno_lav

Infine… il bello! Ho attaccato sopra tutti i confettini colorati, creando delle strisce alternate di colori.

IMPORTANTISSIMO:

La decorazione fatela non troppo tempo prima del servizio… (un paio d’ore, forse tre). La torta va preparata il giorno prima per farla insaporire e conservata in frigorifero per via della crema, ma i confettini perderanno inesorabilmente il loro colore a causa dell’umidità. A meno che non la facciate in estate, quindi, potete tirare fuori la torta dal frigorifero 2-3 ore prima di quando dovrete servirla (ne gioverà molto anche il sapore) e poi decoratela.

Ad Angelica è piaciuta moltissimo! Non c’è una sua foto in cui non cerchi di allungare le mani per staccare i confettini… 🙂
Peccato non abbia potuto assaggiarla, perchè poverina è influenzata 🙁
Ma domenica bisseremo la festicciola col resto della famiglia e magari andrà meglio!

MANINE

 

Pin It
10 Nov

Mezzelune di yogurt e farina di orzo farciti con mortadella e robiola

Tempo fa avevo visto questo impasto per pasta fresca da Federica e mi ero riproposta di provarlo il prima possibile, invece è passato un po’ di tempo… ma finalmente ho potuto portarlo in tavola!

Mi incuriosiva molto l’idea di impastare con lo yogurt invece che con le uova e il risultato è fantastico. In più, per donare un po’ di carattere alla sfoglia, ho utilizzato un 50% di farina di orzo (ma se non ne avete usate pure tutta farina normale).
La farcitura, invece, è di mortadella e robiola… una garanzia insomma 🙂

ravioli_yogurt

Ingredienti per circa 70 mezzelune (6-7 porzioni):

  • 300 g di yogurt bianco (io in versione magra)
  • 150 g di farina 00 + altra per stendere
  • 150 g di farina di orzo

Per la farcitura:

  • 450 g di mortadella
  • 250 g di robiola
  • 90 g di parmigiano

Per il condimento:

  • una trentina di fiori di zucca
  • 300 g di pancetta
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • parmigiano reggiano

Ho impastato le due farine con lo yogurt ottenendo una pasta morbida e omogenea. Mano a mano, cercate di capire se c’è bisogno di ulteriore farina oppure di un quantitativo inferiore: l’impasto deve risultare morbido ma non appiccicoso.

Ho fatto riposare la pasta per 30 minuti coperta da pellicola e nel frattempo ho tritato col frullatore la mortadella, unendo anche robiola e parmigiano grattugiato.

Trascorso il tempo di riposo ho steso l’impasto fino al penultimo spessore della macchina per la pasta (numero 5). Naturalmente potete farlo anche col mattarello.

Ho tagliato col tagliapasta tanti cerchi al cui centro ho messo un cucchiaino di farcitura.

ravioli_yogurt_farcitura

Ho ripiegato a metà, ottenendo delle mezzelune che ho sigillato sul bordo esterno con i rebbi di una forchetta.

ravioli_yogurt_chiusura

Ho tagliato a striscioline i fiori di zucca puliti, li ho messi in una ciotola capiente e ho reso croccante la pancetta in una padella con olio extravergine d’oliva. Una volta ben colorita, ho versato la pancetta calda con l’olio direttamente sui fiori di zucca.

Ho lessato le mezzelune in acqua bollente salata per circa 2 minuti, prelevandole con la schiumarola non appena sono salite a galla, e le ho scolate sul condimento, girando delicatamente e insaporendo tutto con del parmigiano grattugiato.

Pin It
04 Nov

Torta Leonardo (Tartarughe Ninja)

Adoro preparare torte di compleanno per i bambini (e pensare che fino a 4 anni fa non ci pensavo proprio) e trovo molto stimolante cercare il modo di decorarle, creando i personaggi o i temi da loro amati, senza utilizzare pasta di zucchero o cioccolato plastico, ma con metodi più “antichi” ma comunque d’effetto.

Questa volta Daniele, il bimbo della mia amica Stefania, ha voluto festeggiare i suoi 5 anni in compagnia delle Tartarughe Ninja e la torta rappresenta quindi Leonardo (perchè ha la benda azzurra, per il resto sono tutti uguali), uno dei quattro mutanti.leonardo_ninja

 

Vi lascio la ricetta da me seguita, ma naturalmente mi preme più condividere con voi l’idea decorativa, che può essere applicata a qualunque ricetta.

Ingredienti per uno stampo da 30 cm:

  • 500 g di farina
  • 500 g di zucchero
  • 250 g di olio d’oliva
  • 270 g di acqua
  • 6 uova
  • 2 bustine di lievito per dolci
  • colorante alimentare verde (io ho usato quello in gel)

Per decorare

  • confettini colorati (diavolini) rossi, bianchi, azzurri
  • qualche quadratino di cioccolato fondente

Per la crema

  • 750 g di mascarpone
  • 375 g di panna fresca (non zuccherata)
  • 250 g di latte condensato
  • 300 g di crema al cacao e nocciole

Ho montato con le fruste lo zucchero insieme alle uova, quindi ho aggiunto l’olio e l’acqua ottenendo un composto spumoso.
Ho versato quindi sulla farina mescolata col lievito e mescolato bene, aggiungendo infine il colorante verde un po’ alla volta fino ad ottenere il colore desiderato.
Ho versato l’impasto in uno stampo imburrato e infarinato, quindi infornato a 180°per circa 45 minuti (effettuate la prova con uno stuzzicadenti: se dopo averlo immerso nell’impasto esce asciutto, è pronto).

Ho lasciato raffreddare e nel frattempo ho mescolato con le fruste il mascarpone e il latte condensato, quindi ho messo da parte circa 1/4 del composto a cui ho aggiunto del colorante verde per ottenere più o meno lo stesso colore del dolce.
Il resto della crema l’ho invece mescolata con la crema di nocciole e cacao e ad essa ho ho incorporato delicatamente la panna fresca montata.

Ho tagliato il dolce in 4 strati, di cui uno, centrale, molto sottile perchè servirà solo a ricavare le briciole per ricoprire tutto il dolce.
Tre strati li ho alternati con la crema di mascarpone scura, poi ho ricoperto interamente il dolce (superficie e bordi) con la crema verde.

Ho fuso del cioccolato fondente e l’ho messo in una “penna” in silicone per scrivere sui dolci (ma va benissimo una sacca da pasticcere con la punta piccolissima oppure un semplice conetto di carta forno) e ho disegnato la faccia della tartaruga ninja.

leonardo

Come in un divertente mandala, ho colorato i particolari (lingua, occhi e benda) con i confettini colorati, eliminando con una pinzetta quelli che cadevano oltre il bordo.
I particolari neri li ho colorati invece con lo stesso cioccolato.

leonardo_ninja2

Infine, ho sbriciolato il restante dolce verde e con le briciole ho ricoperto tutta la superficie senza disegno e i bordi della torta.

Fate riposare e insaporire il dolce in frigo per almeno una notte.

ninja

Pin It