24 Gen

Panbrioche senza impasto con ciliegie e miele di castagno

Se provate il panbrioche senza impasto, sappiate che ne diverrete dipendenti. Qualcuno dovrà pur assumersi la responsabilità di avvertire la popolazione mondiale.

E’ uno di quegli impasti base così buoni che vorrete provarne un’infinità di versioni!
Io, dopo quello riuscitissimo e buonissimo alla lavanda, che per ora resta il mio preferito, ho sperimentato una versione con miele di castagno (di Mariangela Prunotto) e ciliegie disidradate (quelle de I gusti Vegetali).

Il miele di castagno ha un aroma molto particolare, amarognolo, quindi l’ho stemperato un po’ con del miele di acacia (sempre di Mariangela Prunotto). Se non vi piace quel tipo di miele, usate un’altra tipologia. L’importante è che sia di ottima qualità, perchè in questo panbrioche l’aroma predominante è proprio quello del miele, quindi con un prodotto scadente rischiereste di rovinare tutto.

Nella ricetta, rispetto al panbrioche alla lavanda, ho aumentato la dose di miele. Vi riporto tutto per comodità 🙂

Stampo per plumcake Guardini

Ingredienti:

  • 250 gr di farina Manitoba
  • 100 gr di burro fuso
  • 75 gr di acqua a temperatura ambiente
  • 2 uova medie a temperatura ambiente
  • 50 gr di miele di castagno
  • 30 gr di miele di acacia
  • un pizzico di sale
  • 3 gr di lievito di birra liofilizzato
  • 30 ciliegie (se stagione, anche fresche)

Ho miscelato la farina col lievito e aggiunto un cucchiaino di zucchero, per attivarlo.
In una ciotola ho unito le uova, i due tipi di miele, l’acqua, il burro fuso fatto intiepidire, e un pizzico di sale. Ho mescolato brevemente con una frusta e unito la farina amalgamando tutto.
Ho coperto con la pellicola trasparente e lasciato a temperatura ambiente per 2 ore, poi ho messo in frigo, dove può restare dalle 24 ore ai 5 giorni.
Io non riesco mai ad aspettare molto, per cui dopo 36 ore l’ho tolto dal frigo.

Ho sgonfiato un po’ l’impasto e ho aggiunto le ciliegie, lasciandone alcune per la superficie.
Aiutandovi con della farina (l’impasto risulta appiccicoso) formate un unico filoncino, oppure come ho fatto io e come suggerito da Sarah (da cui ho copiato la ricetta originale) 3 pagnottelle che posizionerete vicino in uno stampo da plumcake imburrato e con un foglio di carta forno sul fondo. In questo modo assume una forma più carina.

Ho coperto con un panno e lasciato a temperatura ambiente per 2 ore circa. !uando l’impasto raggiunge più o meno i bordi dello stampo cospargere la superficie con granella di zucchero e con altre ciliegie.

Mettere in forno a 180° per circa 30-40 minuti e verificare la cottura avvenuta con uno stuzzicadenti.

In una busta per alimenti chiusa si conserva ben morbido anche per 5-6 giorni!

Potrebbe interessarti anche:

6 thoughts on “Panbrioche senza impasto con ciliegie e miele di castagno

  1. Io l’adoro il miele di castagno!!!! lo usai per fare il pane.. chissà nel pan brioche! ottima ricetta.. molto interessante.. bacioni

  2. Paola, avevo già visto quello alla lavanda, ma poi non ero riuscita commentare!!! L’idea di papparmene una bella fetta a colazione mi ispira non poco…ma il riposo in frigo è necessario? no, perchè io non so se riesco a resistere 30 ore con una cosa così in frigo!!! 😀

  3. Pingback: Nastro di Raso » Blog Archive » Torta di ricotta e pere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *