14 Set

Muffin di ricotta con gocce di cioccolato bianco

Ho preparato questi muffin la prima volta il 19 marzo, per la festa di compleanno/picnic di mio figlio Gabriele. Ci erano piaciuti moltissimo e mi ero ripromessa di postarne al più presto la ricetta, ma per mesi sono stata così presa da mille impegni da non riuscire più ad aggiornare il mio blog… finalmente ieri pomeriggio sono riuscita a rifarli ed ecco qui la ricetta 🙂

Ad onor del vero la base della ricetta di questi dolcetti è la ricetta di Simona, che ha preparato dei deliziosi e sofficissimi muffin con le mele, ma io le ho sostituite con delle golosissime gocce di cioccolato bianco che adoro.

Ingredienti per 8 muffin grandi:

  • 140 g di farina
  • 100 g di fecola di patate
  • 100 g di burro morbido
  • 160 g di zucchero
  • 250 g di ricotta
  • 2 uova
  • una bustina di lievito
  • 1/2 cucchiaino di vaniglia in polvere
  • un pizzico di sale
  • 80 g di gocce di cioccolato bianco

Ho miscelato insieme la farina con la fecola, la vaniglia, un pizzico di sale e il lievito.

A parte ho montato il burro con lo zucchero e le uova, aggiungendo infine la ricotta. Ho aggiunto questo impasto un po’ alla volta agli ingredienti in polvere, mescolando con la frusta, fino ad ottenere un composto omogeneo.

Per ultimo ho infarinato le gocce di cioccolato, eliminando poi la farina in eccesso, e le ho mescolate al resto delicatamente.

Ho messo un paio di cucchiaiate di impasto in ogni pirottino (i miei erano molto grandi) e li ho infornati a 180° per circa 30 minuti, verificandone l’avvenuta cottura con uno stuzzicadente.

Pin It
24 Mag

Muffin al cioccolato bianco e succo di fragola

Venerdì c’è stato il mio laboratorio di cucina per bambini e abbiamo fatto dell’ottima marmellata di fragole.
I bimbi però si son fatti prendere un po’ la mano e hanno affettato almeno il doppio delle fragole necessarie, ma le abbiamo comunque condite con zucchero e limone, così un pochino le abbiamo assaggiate mentre lavoravamo e il resto è rimasto in attesa di un uso migliore.

minimuffin

Tornata a casa, pensavo di trasformare anche queste in marmellata, ma non ho fatto in tempo… i miei due bimbi (più uno grandicello in realtà) le hanno divorate in un attimo.
Però dopo un paio d’ore di macerazione con zucchero e limone è rimasto moltissimo succo (nonostante anche quello sia stato attaccato da più fronti) che ho messo da parte.
Oggi finalmente sono riuscita ad utilizzare quella delizia profumatissima e di un bellissimo rosso vivo, come ingrediente principale di questi mini muffin deliziosi.

Sono morbidissimi, di una consistenza favolosa, profumati e dal forte aroma di fragola e un delicato retrogusto di limone.
Che ve lo dico a fare… oggi la merenda è stata golosissima!

minimuffin3

Ingredienti per 24 mini-muffin oppure 12 muffin:

  • 190 g di farina
  • 70 g di zucchero di canna
  • 50 g di scaglie di cioccolato bianco
  • 2 cucchiaini di lievito istantaneo per dolci
  • 1 uovo
  • 190 g di succo di fragola (ottenuto dalla macerazione di circa 400 g di fragole con il succo di un limone e 150 g di zucchero di canna)
  • 80 g burro
  • la scorza grattugiata di 1 limone

Ho mescolato in una ciotola la farina insieme al lievito, allo zucchero e alle scaglie di cioccolato.

In un’altra ciotola ho sbattuto l’uovo insieme al burro fuso e al succo di fragole.

Ho versato i liquidi nella ciotola con gli ingredienti secchi, ho grattugiato la scorza del limone e ho mescolato, amalgamando gli ingredienti.

Ho versato l’impasto nei pirottini per mini muffin e ho infornato a 180° per circa 10-15 minuti.
Non appena hanno iniziato a colorire, ho provato a infilare uno stuzzicadenti in uno dei muffin e, essendone uscito asciutto, ho spento e fatto raffreddare.

Ho preparato infine un pochino di glassa mescolando lo zucchero a velo con un po’ di succo di limone, fino a ottenere una consistenza densa che non colasse troppo e ho aggiunto dei cuoricini di zucchero.

minimuffin2

Pin It
24 Dic

Preparato per cioccolata calda al cioccolato fondente, cioccolato bianco e cannella

Il preparato per la cioccolata calda fatto in casa ormai è un classico dei regali natalizi home made ma quest’anno ho voluto variarne un po’ l’aroma, aggiungendo anche della cioccolata bianca in scaglie e un po’ di cannella.

Slurp!!

ciocco_calda

Dosi per 3 barattoli da circa 250 g:

  • 75 g di cacao amaro
  • 100 g di zucchero di canna
  • 50 g di zucchero bianco
  • 35 g di fecola di patate
  • 100 g di gocce di cioccolato fondente
  • 80 g di cioccolato bianco in scaglie
  • mezzo cucchiaio di cannella in polvere

Ho messo in una ciotola tutti gli ingredienti e ho mescolato facendo attenzione ad amalgamare bene tutti gli ingredienti. Ho diviso il preparato nei barattoli a disposizione e ho chiuso ermeticamente con i tappi.

Per utilizzarlo, basta aggiungere circa 3 cucchiai del preparato (dipende dalla densità voluta) in 130-150 ml di latte freddo e far sobbollire, mescolando bene, fino al raggiungimento della densità desiderata.

Buone merende natalizie e buon Natale!!

ciocco_calda2

Pin It
25 Feb

Tartufini al cioccolato bianco e cocco e al cioccolato fondente

Mettiamo di avere dei piccoli ospiti improvvisi, mettiamo che sia il periodo di Carnevale, mettiamo che si abbia voglia di qualcosa di allegro e colorato per una merendina… questi tartufini sono davvero la cosa più semplice e veloce da preparare, anche insieme ai vostri piccoli!

Bastano pochi ingredienti che di certo avrete in casa per dare un tocco di colore a qualunque pomeriggio 🙂

tartufini

Vassoio Poloplast

Ingredienti per 15 tartufini al cioccolato bianco e cocco:

  • 100 g di cioccolato bianco
  • 20 g di cocco
  • 50 g di formaggio spalmabile (tipo Philadelphia)
  • 50 g di pandispagna sbriciolato (o biscotti secchi, o altro dolce da sbriciolare)
  • Confettini colorati per ricoprire

tartufini2

Vassoio e ciotolina Poloplast

Ingredienti per 15 tartufini al cioccolato fondente:

  • 100 g di cioccolato fondente
  • 20 g di miele
  • 50 g di formaggio spalmabile (tipo Philadelphia)
  • 100 g di pandispagna sbriciolato (o biscotti secchi, o altro dolce da sbriciolare)
  • Confettini colorati per ricoprire

Fondere a bagnomaria o al microonde i due tipi di cioccolato separatamente, quindi mescolarli a tutti gli altri ingredienti (esclusi i confettini) con un cucchiaio.

Formare con i due impasti delle palline grandi quanto noci con le mani, poi rotolarle in un piatto con i confettini colorati, così da ricoprire interamente i tartufini.
Fate rassodare e riposare in frigorifero una mezz’oretta e gustare in compagnia!

PS. in realtà son buoni anche subito, così come son buonissimi anche il giorno dopo. Se volete potete anche congelarli per averli sempre pronti 🙂

Pin It
29 Gen

Crostata con crema al doppio cioccolato e ricotta

Ieri pomeriggio volevo preparare una merenda speciale per il mio bimbo al suo ritorno da scuola, per “farmi perdonare” i tanti rimproveri della mattina (buffo no?! loro fanno i capricci e i dispetti e noi ci sentiamo in colpa…) e ho preparato delle crostatine al cioccolato.
Non amo fare le creme classiche, con la base di crema pasticcera, perchè mi mettono ansia… si addenserà? verrà grumosa?… e allora trovo sempre delle scorciatoie, ma che siano ancora più golose!   crostatine_cotte

Non avendo panna, non potevo fare una classica ganache e allora ho messo insieme ricotta, cioccolato bianco alle nocciole e cioccolato fondente per una farcitura davvero ottima 🙂

Ho “pulito” la ciotola in cui li avevo mescolati fino all’ultima goccia 😀

Insieme a queste crostatine ho preparato anche una crostata grande per noi adulti con una confettura che amiamo molto: Fiordifrutta fragole e fragoline di bosco di Rigoni d’Asiago (senza zuccheri aggiunti e buonissima).

crostata_cotta

Teglia Icont

In realtà è andata a finire che ci si litiga tutti entrambi i tipi di dolce 😀

La frolla è ottima, una semplice, normalissima frolla (è quella di Santin, con qualche minima variante) senza farine “strane” o altro e col procedimento vecchio stile: non col burro freddo, ma col burro morbido sbattuto insieme allo zucchero e alle uova.

Ingredienti per 12 crostatine (8 cm di diametro) e una crostata (23 cm di diametro):

  • 500 g di farina
  • 140 g di zucchero a velo
  • 2 uova
  • 250 g di burro (morbido a pomata)
  • la buccia grattugiata di un limone
Per faricire le crostatine
  • 150 g di ricotta
  • 100 g di cioccolato fondente
  • 100 g di cioccolato bianco (io ho usato quello con le nocciole)

Per la crostata

  • 330 g di confettura

Ho sbattuto il burro molto morbido insieme allo zucchero a velo, una volta ben amalgamati ho aggiunto le uova e ho continuato a sbattere fino ad ottenere una crema.
A questo punto ho unito la scorza di limone grattugiata e la farina un po’ alla volta, continuando a mescolare con la frusta finchè ho potuto e passando alle mani quando ho terminato di aggiungere la farina.
L’impasto sarà molto morbido, quindi mettetelo in frigorifero a riposare 45-60 minuti.

Nel frattempo preparate la crema per le crostatine, sciogliendo a bagnomaria (o in un pentolino a fiamma bassissima, come ho fatto io) il cioccolato fondente, quello bianco e la ricotta, mescolando continuamente, finchè tutto non è perfettamente amalgamato.

Trascorso il tempo di riposo, ho steso la frolla ricoprendo le formine per le crostatine, al centro ho versato la crema, sistemando infine una stellina di frolla su ognuna.

crostatine_teglia

Per la crostata, ho steso il resto della frolla, usandone un cerchio per ricoprire la teglia.
Ho versato e steso la marmellata sul fondo, quindi ho ricavato le strisce di pasta per completare la crostata, sistemandole sul dolce, e richiudendo leggermente i bordi su se stessi.

crostata_teglia

Ho infornato tutto a 180° fino a doratura della frolla (le crostatine ci metteranno circa 15 minuti, la crostata circa mezz’ora).

Pin It
12 Ago

Cremoso al caffè e cioccolato bianco

Sono in ferie, ma alla cucina non si rinuncia, anzi, ne approfitto per togliermi (e togliere) qualche sfizio in più…

Se poi lo sfizio si prepara in meno di cinque minuti, non si usano i fornelli e il risultato è una tazzina fresca e golosa come questa, non si può proprio non farsi tentare!

Il caffè, insieme al cioccolato bianco e alla panna, danno vita a un goloso dessert dalla consistenza molto cremosa, non proprio mousse, non proprio gelato, ma molto più simile alle creme di caffè ormai presenti in ogni bar.

Da conservare in frigorifero fino al giorno dopo, o in congelatore se si vuole avere sempre a portata di mano una piccola golosità per concludere il pasto 🙂

Ingredienti per 7 tazzine da caffè:

  • 100 ml di caffè (3-4 tazzine circa)
  • 80 g di cioccolato bianco
  • 200 ml di panna (già zuccherata)
  • poco meno di mezzo cucchiaino raso di agar agar
  • un po’ di cacao amaro per rifinire

Ho preparato il caffè e, ancora caldo, vi ho sciolto dentro il cioccolato bianco spezzettato, mescolando anche la polvere di agar agar.

Mentre raffreddava, ho montato la panna, quindi l’ho unita al caffè poco alla volta, facendo attenzione a non smontarla troppo.
Con questa crema ho riempito le tazzine da caffè.

Ho lasciato in frigo per circa 3 ore e poi servito rifinendo le tazzine col cacao amaro.

Per conservare queste tazzine più giorni, è preferibile utilizzare il congelatore.

Pin It
10 Lug

Tortine al miele al profumo di arancio, le preferite da Winnie The Pooh

Sapete già quanto mi piace pasticciare in cucina col mio piccolino, quindi quando ho letto di questo splendido contest (su Oggi pane e salame, domani… in collaborazione con Storie di zucchero) non ho potuto trattenermi dal partecipare, visto che veniva richiesto proprio di preparare una ricetta col proprio bimbo e con riferimenti a una favola, filastrocca, canzone…

Di fiabe o canzoncine con riferimenti a ricette o ingredienti ne esistono moltissime e inizialmente avevo davvero l’imbarazzo della scelta, ma continuava a venirmi in mente sempre la stessa: la favoletta della buonanotte che ama Gabriele.
Doveva essere l’occasione per fare una cosa insieme, un dolcino a lui dedicato, per cui presto ho abbandonato l’idea di storie più complesse o famose e ho deciso di indirizzarmi in questa semplicissima storiella, che lui tanto ama e che ormai sa davvero a memoria, tanto da suggerirmi le battute quando per sbaglio salto una pagina 🙂

Parlo di “Ma Tigro dov’è?”, uno di quei libretti per bimbi piccoli (Gabriele ha 27 mesi), con una sola frasetta per pagina e tante illustrazioni, che vede protagonisti Tigro e Pooh, il famoso orsetto. E qual è il cibo preferito di Pooh?? Il miele naturalmente!
E infatti, dopo che l’orsetto ha salvato il suo amico finito su un albero dopo un salto troppo alto, Tigro gli regala “un vaso gigante pieno di miele“.

E il miele è anche un ingrediente molto amato da Gabriele. Per la tosse il pediatra ci ha segnato uno sciroppo costituito solo da un mix di mieli diversi. Ebbene, è diventato un rito: tutte le sere ne vuole un cucchiaino! Non credo serva a molto per la tosse, ma di sicuro lo adora 😀

Il risultato di questa ricetta sono delle tortine molto molto morbide, un po’ umide e dal deciso aroma di miele. Per questo usate del miele dal gusto non troppo forte:  un classico millefiori è l’ideale.
All’interno ho inserito un quadratino di cioccolato bianco, quello di Mirco Della Vecchia.

La superficie l’ho invece ricoperta da una semplice glassa composta da zucchero a velo e succo di arancia, invece di acqua.
Si potrebbe pensare che la glassa è un di più, che si può anche evitare. Ebbene, dopo aver assaggiato la versione “con” e la versione “senza”, vi consiglio di metterla. Dà un tocco in più molto molto gradevole.

Ecco quindi la nostra ricetta a 4 mani!

Ingredienti per 11 tortine:

  • 150 g di farina
  • 2 uova
  • 120 g di miele millefiori
  • 60 g di burro
  • 3 cucchiaini di lievito per dolci
  • 1/2 arancia spremuta
  • buccia grattugiata di un arancio
  • 25 g di cioccolato bianco
  • zucchero a velo

Gabriele ha mescolato la farina con lo zucchero e il lievito setacciato. Io ho aggiunto le uova leggermente sbattute e il burro morbido, mentre lui continuava a mescolare bene, e poi il miele, cercando di non mangiarlo tutto prima di versarlo nella ciotola.

Una volta ben amalgamati gli ingredienti, io ho grattuggiato la buccia di un’arancia aggiungendola al composto e poi Gabriele ne ha spremuto il succo di una metà.

Una volta pronto il composto (cioè quando Gabriele ha deciso che si era stancato di mescolare 🙂 ) abbiamo versato tutto nei pirottini, ho inserito un pezzetto di cioccolato bianco in ogni dolcetto, senza mandarlo troppo in fondo, e ho infornato a 180° per circa 30 minuti.

Una volta freddi, ho preparato una semplicissima glassa, mettendo dello zucchero a velo in una ciotola, quindi ho aggiunto un cucchiaino alla volta di succo della seconda metà dell’arancio. Per circa 6-7 cucchiaini colmi di zucchero a velo servirà un cucchiaino raso di succo.
Ottenuto un composto liscio, senza grumi, e abbastanza denso, l’ho spalmato sulla sommità dei dolcetti, quindi ho grattugiato ancora un po’ della buccia dell’arancio e poi ho fatto seccare all’aria (con questo caldo succede piuttosto in fretta).

Quel pomeriggio, Tigro
regala a Pooh un vaso
gigante pieno di miele.
“Grazie per avermi aiutato
a scendere dall’albero,
caro Pooh!” esclama.

“Oh, il mio pancino
ringrazia te!”
Risponde Pooh
con un sorriso.

Pin It
06 Feb

Cupcake al triplo cioccolato

No perchè ad alcuni piace il cioccolato fondente, ad alcuni quello bianco, ad altri quello al latte… E allora io ve li ho messi tutti dentro e ho tagliato la testa al toro!

 A parte tutto, sono davvero golosi, ricchi e morbidi, data la quantità di cioccolata.

Li ho preparati mercoledì sera all’ultimo minuto, perchè giovedì avrei incontrato Stefania de Il mio cibo per l’anima, la vincitrice del mio contest “Licenza di copia!”,  per consegnarle il premio. Avevo però anticipato che avrei aggiunto al pacco un pensierino fatto con le mie mani e la scelta è ricaduta su 6 di questi dolcetti.
Quelli che le ho portato erano privi di decorazione, perchè non ho avuto tempo, ma spero abbia apprezzato ugualmente 🙂

La decorazione è fatta con un semplice disco di pasta di zucchero bianca su cui ho disegnato il cuore rosso con la glassa all’acqua (zucchero a velo + acqua) colorata di rosso. Vi avevo già parlato, infatti, della mia difficoltà ad ottenere colori accesi dalla pasta di zucchero (mi hanno consigliato di cambiare coloranti, ma ancora non li ho acquistati) e per ovviare al problema mi sono inventata questo metodo. Il risultato mi ha soddisfatto molto 🙂

Praticamente, ho posizionato sopra il disco di pasta di zucchero una formina a cuore piccola, quindi ho versato al suo interno un po’ di glassa e, con l’aiuto di uno stuzzicadenti, ho ricoperto tutta la forma. L’unica pecca del procedimento è che occorre aspettare che la glassa sia del tutto asciutta prima di togliere la formina, per avere un cuore senza nessuna sbavatura.
Nelle mie foto, infatti, un po’ di imperfezioni ci sono. Avevo provato sia a togliere la formina prima del tempo, ottenendo questo risultato, sia a toglierla con la glassa asciutta. Nel secondo caso il cuore era perfetto. Peccato che qualcuno (non faccio nomi) si sia mangiato il dolcetto prima che potessi fotografarlo! Sgrunt.

Naturalmente è possibile usare questo metodo con qualunque formina. Io ho usato il cuore per dare un’ulteriore idea per il prossimo S.Valentino.

Nei dolcetti ho usato cioccolato bianco di Mirco della Vecchia.

Ingredienti per 30 cupcake:

  • 2 tazze di farina 00
  • 2 tazza di zucchero
  • 1 tazza di cacao amaro
  • 1 bustina di lievito
  • 3/4 di tazza di burro ammorbidito
  • 2 uova
  • 2 tazze di latte
  • 30 gr di cioccolata bianca a piccoli pezzi
  • un paio di manciate di gocce di cioccolato fondente
  • 6 grossi cioccolatini al latte (io ho usato Lindor)

Ho fatto fondere il burro (a fuoco basso, a microonde o a bagnomaria) e lasciato raffreddare un pochino.

Nel frattempo ho miscelato nella planetaria tutti gli ingredienti secchi (farina, cacao, zucchero, lievito), quindi quelli umidi (uova, latte e infine il burro).

Solo alla fine, dopo aver amalgamato bene il tutto con le fruste, ho messo i vari tipi di cioccolata a pezzi piccoli.

Ho versato tutto nei pirottini di carta (abbastanza indispensabili, perchè i dolcetti restano molto umidi e fragili), posizionandoli poi nella teglia per i muffin e cotto per circa 30 minuti a 180°. Fate la prova stecchino. Se quando lo tirate fuori dal dolcetto è pulito sono pronti anche se al tatto sembrano ancora morbidi (ma non liquidi, certo). Raffreddandosi si rassoderanno maggiormente.

Se volete decorarli come me, la pasta di zucchero usata è quella avanzata da qui.
La glassa all’acqua, invece, si ottiene mescolando lo zucchero a velo, con qualche goccia di colorante in pasta e poi aggiungendo acqua in gocce fino ad ottenere la consistenza desiderata. Aggiungetela sempre un paio di gocce per volta perchè se è troppo liquida non riuscirete ad ottenere un buon risultato (in quel caso, per rimediare, mettete altro zucchero a velo).

Ecco come si presenta all’interno il dolcetto:

07 Lug

Tartufi al doppio (o triplo) cioccolato

Vi avevo parlato di un esperimento da fare col mio dolce al bacio. Fallito! 😥

Volevo fare i cake pops, ma il cioccolato fuso non andava bene (secondo me è essenziale il burro di cacao per renderlo più liscio e omogeneo sulle palline di torta) e soprattutto, una volta messi ad asciugare, scivolavano giù dal bastoncino e si rovinavano!! Uff sembrava così facile…

Se qualcuno di voi ha consigli mi faccia sapere perchè non demordo mica!

Comunque sia una torta al cioccolato impastata con ricotta e cioccolato bianco e ricoperta di cioccolato fondente non si butta mica, no?!?! Quindi sono nati questi tartufini buoni buoni e da circa 13.500 Kcal a morso 😛

Ingredienti per circa una ventina di tartufini:

  • mezza torta al cioccolato
  • 200 gr di ricotta
  • 200 gr di cioccolato bianco
  • 200 gr di cioccolato fondente
  • cacao
  • granella di nocciole

La torta può anche essere di un paio di giorni prima, va sbriciolata in una ciotola e impastata insieme alla ricotta e al cioccolato bianco fuso. Questo composto va fatto riposare in frigo per almeno un paio d’ore, così da compattarsi e da poter essere lavorato agevolmente.

Trascorso il tempo, formate con l’impasto delle palline e poi passatele nel cioccolato fondente fuso, ricoprendole completamente.

Lasciate rapprendere un po’ il cioccolato (ma non totalmente) e poi ripassate le palline nel cacao o nella granella di nocciole.

Conservate in frigo.

**************************************

Mancano solo 4 giorni alla chiusura del giveaway!

Ieri mi è arrivato il libro Peccati di Gola che Luca Montersino ha messo a disposizione come premio 🙂
Che meraviglia!

16 Ott

Cheesecake al cioccolato bianco

Per la sezione (che non esiste ancora sul mio blog) “Come riciclare un dolce?”.

Sono sempre affascinata dalla chimica in cucina per cui quando ho visto questa non ho resistito e dovevo assolutamente vedere come venisse 🙂

Un dolce senza uova, senza latte, senza lievito… SENZA praticamente…

e invece viene bene davvero! incredibile!

Per il procedimento vi rimando al blog di Onde99 perchè il punto qui è un altro.

Siccome è un dolce fatto “senza” io mi sono spinta più in là e l’ho fatto anche senza glassa. Beh si sentiva proprio che mancava qualcosa.
Inoltre, con quelle dosi l’ho fatta per uno stampo più grande (non l’avevo più piccolo e non mi andava di fare i calcoli per aumentare di poco la dose) per cui è venuta un po’ bassina.

Insomma, per farla breve, la sera in cui l’ho fatta l’abbiamo mangiata “in purezza”, mentre il giorno dopo (ne era rimasta la metà) mi sono inventata questo meraviglioso riciclo 🙂

Non pubblico la foto del dolce intero perchè le ho fatte di sera e la luce non era delle migliori…. Questa è una fetta avanzata e fotografata di giorno 🙂

Ingredienti per la base:

  • dolce al cioccolato avanzato (oppure la classica base per i cheesecake di biscotti tritati e burro)

Ingredienti per la crema:

  • 100 gr di cioccolato bianco
  • 200 ml di panna da montare
  • 150 gr di formaggio cremoso tipo philadelphia
  • circa 15 cucchiai di zucchero

Ingredienti per la decorazione:

  • frutti di bosco
  • topping alle fragoline di bosco

Indispensabile è uno stampo a cerchio apribile. Anzi io ho solo il cerchio apribile e sotto ho messo direttamente il piatto da portata.

Sistemato il cerchio, all’interno ho posizionato il dolce, tagliandolo e componendolo in modo da coprire tutta la base.

Quindi ho preparato la crema, mescolando il formaggio con lo zucchero.
Ho indicato circa 15 cucchiai ma assaggiate per verificare il grado di dolcezza, in quanto varierà in base alla marca di formaggio che userete.

A parte montate la panna e incorporatela, senza smontarla, alla crema di formaggio.

Fate sciogliere a bagnomaria o al microonde (400-650 W per circa 1 minuto e mezzo) il cioccolato bianco e unite anche quest’ultimo alla crema mescolando con cura e delicatezza.

Versate questa nuvola bianca (cremosissima) sulla base e livellate, quindi coprite e lasciate in frigo fino al momento di servire.

Per guarnire io ho usato del topping alle fragoline di bosco e dei frutti di bosco, ma ci sta bene un po’ di tutto (cioccolato e mandorle, pistacchi, pinoli…)

Un vero “confort food”!!