06 set

Crostata con crema pasticcera allo yogurt (velocissima)

Con una sola ricetta di base ieri pomeriggio, con i miei bimbi, ci siamo divertiti a preparare due crostate diverse ma ugualmente golose.

cremayogurt2

Un paio di settimane fa avevo preparato un barattolino di marmellata di more che ancora non avevo consumato e che avevo immaginato di utilizzare per una bella crostata, ma volevo “ammorbidirne” gusto e consistenza con una crema delicata.
Ho approfittato allora di uno yogurt alle ciliegie che avevo in frigorifero per sperimentare questa crema vellutata e deliziosa, da provare anche con altri gusti!

Non amo assolutamente preparare creme, ma ormai il mio cavallo di battaglia è la crema pasticcera di Montersino, che si cuoce velocemente al microonde, senza sporcare e senza grosso impegno, se non quello di pesare gli ingredienti.
La ricetta base è dunque la sua, ma ho sostituito lo yogurt alla panna e anche a parte del latte.
Risultato perfetto!

La doppia versione della crostata nasce dall’esigenza di proporre ai miei bimbi un’alternativa alle more che non amano (per i semini) e quindi al posto della marmellata ho usato una bella mela.

Quindi, se optate per una sola crostata, o dimezzate le dosi di crema e pasta frolla, oppure ne realizzate una grande raddoppiando le dosi di marmellata e/o di mele.

cremayogurt

Per 2 crostate da 20 cm di diametro

Prima fasePasta frolla

  • 400 g di farina
  • 200 g di burro
  • 200 g di zucchero
  • 1 uovo
  • scorza grattugiata di un limone

Ho impastato il burro a pezzetti con gli altri ingredienti, fino ad ottenere una palla omogenea che ho messo in frigorifero a riposare (riposo minimo: 30-40 minuti).

Seconda fase: Marmellata di more rapidissima (oppure usare una marmellata confezionata di qualità)

  • 300 g di more
  • 100 di zucchero
  • succo di un limone

Ho lavato bene le more, le ho messe in una tazza alta, ho aggiunto lo zucchero e il succo del limone, mescolato e messo nel microonde alla massima potenza per cicli di 5 minuti alla volta, mescolando ogni volta fino a quando non ha raggiunto una consistenza densa ma non troppo (raffreddando solidificherà ancora).
Se non volete usare il microonde, naturalmente potete cuocerla in modo tradizionale sul fornello, mescolando spesso per non farla attaccare sul fondo.

Terza fase: Crema pasticcera allo yogurt

  • 75 g di zucchero
  • 75 g di tuorlo (circa 4 tuorli)
  • 20 g di amido di mais
  • 100 g di yogurt alle ciliegie
  • 150 g di latte
  • la scorza grattugiata di un limone

Ho mescolato lo zucchero con i tuorli (non c’è bisogno di montare), ho aggiunto l’amido e mescolato bene, quindi anche lo yogurt, il latte e la scorza grattugiata del limone.

Reso l’impasto omogeneo, ho messo nel microonde per 2 minuti a 750 W. Ho quindi aperto e mescolato con la frusta. Ho fatto un nuovo ciclo di 2 minuti, mescolato e fatto raffreddare.
In caso la crema non fosse ancora della giusta consistenza, continuate a cuocere per 1-2 minuti alla volta.

Velocissimo vero? E in più non c’è rischio di grumi!
Ma naturalmente, anche in questo caso, potete optare per cuocere la crema sul fornello.

Quarta fase: Le crostate

Ho diviso in 2 parti la pasta frolla, stendendola per ricoprire il fondo di 2 tortiere tonde e lasciando da parte i ritagli per la decorazione della superficie.

Ho farcito entrambe con la crema pasticcera allo yogurt e poi ho ricoperto una delle due con la marmellata di more e l’altra con una mela tagliata a dadini.

Ho infine decorato le due crostate con dei fiorellini ricavati dalla frolla avanzata e infornato a 200° per circa 40 minuti.

cremayogurt3

Pin It
01 giu

Crostata di frolla al cocco fresco e marmellata di amarene

Estate, tempo di cocco fresco!

Ma… siamo sicuri che l’estate sia alle porte? Ieri c’era un bellissimo sole, oggi piove, ieri eravamo in costume (si fa per dire… ero al lavoro), oggi maglia a maniche lunghe. Insomma, non sembra proprio di essere a giugno!

Però… questa crostata a merenda ci ha tirato su di morale :-)
La frolla è buonissima: alla ricetta base ho aggiunto del cocco fresco tritato che l’ha resa davvero speciale.

La farcitura invece è di marmellata di amarene, che col cocco si abbina alla perfezione… Insomma una crostata assolutamente consigliata!

crostata_coccofresco

Ingredienti (per 2 crostate da 24 cm di diametro):

  • 400 g di farina
  • 200 g di burro
  • 200 g di zucchero
  • 1 uovo
  • 120 g di cocco fresco grattugiato (prima di tritarlo, va lavato e asciugato con della carta assorbente)
  • 300 g di marmellata di amarene

Ho fuso il burro al microonde e l’ho mescolato allo zucchero, quindi ho aggiunto l’uovo, la farina e il cocco grattugiato, impastando tutto con le mani e ottenendo un impasto morbido e omogeneo.
Ho lasciato raffreddare tutto in frigorifero per circa 45 minuti, poi ho steso parte della frolla col mattarello e con essa ho ricoperto il fondo di una tortiera.

Ho farcito con la marmellata e infine ho rifinito con le strisce di pasta frolla ricavate dall’impasto avanzato.

Ho infornato a 180° per circa 45 minuti.

Pin It
23 mag

Crostata di ricotta e agrumi

Nata per eliminare tutti i barattoli di marmellata aperti e quel piccolo avanzo di ricotta, questa crostata, da timido riciclo, si è trasformata subito una vera protagonista della merenda e della colazione del giorno dopo, grazie al suo profumo agrumato  irresistibile.

crostata_manina

La ricotta è l’ingrediente che lega tutti gli aromi e li addolcisce, rendendo il gusto di questo dessert davvero speciale… marmellata di limoni, di mandarini (entrambe Fiordifrutta Rigoni di Asiago) e di kumquat (della mia mamma) fanno il resto, in un mix unico.

crostata_Agrumi

Ingredienti per una crostata da 27 cm di diametro:

  • 400 g di farina
  • 200 g di burro
  • 200 g di zucchero
  • 1 uovo
  • 150 g ricotta
  • 30 g zucchero di canna
  • 400 g di marmellate di agrumi (io limoni, mandarini e kumquat)

crostata_Agrumi2

Ho impastato il burro freddo tagliato a dadini insieme allo zucchero, alla farina e all’uovo, ottenendo un panetto che ho fatto riposare circa 30 minuti in frigorifero.

Ho mescolato tra loro le marmellate e ho mescolato a parte la ricotta insieme allo zucchero di canna.

Ho steso la frolla e ricoperto con circa 3/4 di essa il fondo e i bordi dello stampo da crostata.
Ho fatto un primo strato di ricotta e poi uno strato con le marmellate.
Ho rifinito infine il dolce con le strisce di frolla e delle stelline sulla circonferenza.

Ho infornato a 180° per circa 40 minuti.

crostata_Agrumi_fetta

Pin It
14 ott

Crostata con frolla al miele e mandorle con marmellata di fragole

Per me, arrivato Ottobre, inizia la stagione delle crostate domenicali… immancabili per la merenda!

Avevo poi una gran voglia di provare una nuova frolla al miele. Ne ho già provate in passato ma senza trovarne una davvero perfetta. Ecco, questa lo è! Ottima consistenza, gusto fantastico, aromatica al punto giusto, delicata, fragrante. Insomma provatela e mi direte :-)
Ad onor del vero l’ho realizzata modificando leggermente (aggiungendo mandorle e togliendo 1 uovo) una ricetta trovata sul blog “Il posto delle visciole”, che a sua volta l’ha presa dal fantastico ricettario di Nonna Papera! :-)

crostata_miele2

Teglia Icont

L’ho impreziosita con un po’ di farina di mandorle, ma credo sarebbe stata ottima anche senza :-)

Come miele ho utilizzato dell’ottimo miele Rigoni di Asiago.

crostata_miele

Ingredienti per una teglia da 30 cm di diametro:

  • 400 g di farina 00
  • 50 g di farina di mandorle
  • 240 g di burro
  • 200 g di miele
  • 1 uovo
  • 300 g di marmellata di fragole

Ho mescolato con una frusta il burro a pomata (quindi molto morbido) con il miele e l’uovo, ottenendo una crema omogenea.
Ho aggiunto quindi le due farina miscelate e ho continuato ad impastare prima con la frusta, poi con le mani fino ad ottenere un impasto molto morbido.
Questo impasto ha riposato circa 45 minuti in frigorifero, rassodandosi.

Trascorso questo tempo, ho steso poco più della metà con il mattarello e con essa ho ricoperto il fondo di una teglia per crostate (se necessario prima imburrata, con le teglie in alluminio non è necessario). Ho versato sopra la marmellata e poi tagliato e posizionato le strisce di pasta frolla per completare la crostata.

Ho infornato a 180° per circa 40 minuti.

frolla_miele

Pin It
16 giu

Crostata di susine e confettura di rosa canina

In estate le crostate le consumiamo poco perchè la pasta frolla è decisamente più grassa e pesante di altri tipi di dolci ma ogni tanto ci vuole!

E se poi la farcitura non è molto pesante, ma composta essenzialmente di frutta e confettura senza zuccheri aggiunti, allora compensiamo un po’ senza nulla togliere alla golosità! crostata_canina

Teglia Icont

Così ieri, complice la giornata non proprio caldissima (ma qui almeno nel weekend siamo riusciti ad andare al mare per fortuna…) ho impastato un po’ di frolla e ho realizzato questa crostata deliziosa e dei dolcetti di cui vi dirò…

Ho optato per una farcitura di susine (colte il giorno prima da mio padre e gustosissime) e una confettura mai assaggiata prima… quella di rosa canina (Fiordifrutta Rigoni di Asiago)
Non so se sia facilissima da trovare, in caso contrario usate pure una confettura di frutti diversi ma dal gusto non troppo dolce.
Quando faccio crostate con frutta fresca, che rilascia più liquidi di altre farciture, non uso mai la classica griglia di frolla per la copertura, ma un unico guscio per contenere meglio tutto.

Ingredienti:

  • 400 g di farina
  • 200 g di zucchero di canna
  • 200 g di burro
  • 1 uovo
  • scorza grattugiata di un limone
  • 150 g di confettura di rosa canina
  • 7-8 susine
  • succo di mezzo limone

Ho impastato il burro con l’uovo, la scorza grattugiata del limone e lo zucchero, quindi ho aggiunto la farina e ho ottenuto un impasto omogeneo che ho messo a riposare in frigorifero circa un’ora.

Trascorso il tempo, ho steso la frolla col mattarello, quindi ho ricoperto con la metà il fondo di una teglia in alluminio (che non occorre imburrare, diversamente da altre teglie), ho steso la confettura alla base, quindi ho ricoperto tutto con uno strato di susine precedentemente sbucciate, tagliate a fette e irrorate con il succo di mezzo limone, lasciando da parte il succo in eccesso.

Ho steso la restante frolla e ho ricoperto la crostata sigillando il bordo esterno, realizzando però un foro centrale così da far uscire il vapore durante la cottura in forno.

Ho infornato a 180° per circa 45 minuti (fino a cottura).

crostata_canina_fetta

Pin It
19 feb

Crostata “sfogliatella”

Domenica ho realizzato le mie prime sfogliatelle frolle. La ricetta è da perfezionare, per cui ancora non la pubblico, ma grazie all’abbondante farcitura preparata ho realizzato questa  fantastica crostata, dal morbidissimo ripieno e dalla golosissima frolla.

crostata3

Nelle foto vedete due versioni di questa crostata, ma in realtà sono praticamente identiche, tranne che nella copertura: in una delle due ho voluto provare a sostituire la classica griglia con dei cereali al cioccolato.
Il risultato è carino e il gusto buono, ma c’è l’inconveniente che va mangiata subito, perchè dopo alcune ore i cereali tendono a diventare morbidi, perdendo tutta la loro croccantezza.

Questa crostata è davvero buona e la frolla si amalgama perfettamente alla farcitura, diventando  più morbida grazie all’umidità della crema. Insomma, è sparita in un attimo!

crostata2

In questa ricetta ho utilizzato farina Petra 5.

Ingredienti per 2 crostate da 23 cm di diametro:

  • 200 g di semolino
  • 0,8 dl di acqua
  • 10 g di sale
  • 150 g di ricotta
  • 100 g di zucchero
  • 1 uovo grande
  • 50 g di arancio candito
  • 1 cucchiaio di cannella
  • scorza grattugiata di un arancio

Per la frolla

  • 200 g di burro
  • 200 g di zucchero
  • 1 uovo
  • 400 g di farina
  • scorza grattugiata di un limone
  • un cucchiaino di cannella

Ho fuso il burro, lasciandolo cremoso e non liquido, e l’ho sbattuto insieme allo zucchero. Quindi ho aggiunto le uova e, continuando a sbattere con la frusta, ho ottenuto una crema.
Ad essa ho aggiunto la scorza grattugiata di un limone e un po’ di di cannella, mescolando prima con la frusta e poi con le mani.
L’impasto ottenuto l’ho messo a riposare in frigorifero (almeno due ore) e nel frattempo ho preparato la farcitura, portando a bollore l’acqua e aggiungendo il semolino a pioggia, miscelato col sale.

Ho continuato a mescolare sul fuoco medio per 15 minuti, quindi ho spento la fiamma e  aggiunto lo zucchero, ho mescolato e fatto raffreddare.
A questo punto ho aggiunto la ricotta, l’uovo, i canditi, la scorza dell’arancia e la cannella, rendendo tutto omogeneo.

Ho steso quindi la frolla e con essa ho ricoperto una teglia, ho farcito con la crema infine ho decorato con la griglia di strisce di frolla.
In alternativa potete ricoprire la crostata con palline di cereali al cioccolato.
Ho infornato a 180° per circa 40 minuti.

crostata

 

Pin It
17 feb

Crostata con marmellata di kumquat, mele, pinoli e mandorle

Ancora kumquat e non è finita qui! ;-P
Questi mandarini giapponesi stanno bene ovunque e finchè li avrò a disposizione ne farò grande uso :-)

crostata

Teglia Icont

In questo caso sono sotto forma di marmellata, fatta da mia mamma in verità, ma voglio tranquillizzare chi non ne ha a disposizione o non ha voglia di fare questa profumatissima marmellata… in questa crostata potrete sostituirla con una marmellata di arance, ad esempio.

Ancora una volta, ho provato nuove dosi per la frolla… insomma non so decidermi! Ogni volta diciamo: questa è la più buona in assoluto, non la cambio più, ma poi provo una nuova ricetta e ancora una volta ci appare la migliore…
Beh, comunque sia questa è buonissima ;-P

In realtà, con le dosi segnalate qui avanza un po’ di impasto, che sarà perfetto per biscotti o altro, ma diminuirle significherebbe diminuire anche l’uovo che poi avanzerebbe e si dovrebbe riciclare.
A meno che non abbiate in programma altre ricette a base di uovo, quindi, io preferisrei fare un po’ di frolla in più ed eventualmente congelarla, mantenendo intatte le proporzioni.

crostata1

In questa ricetta ho usato farina Petra 5.

Ingredienti (teglia di 23 cm di diametro):

  • 400 g di farina
  • 200 g di zucchero
  • 200 g di burro
  • 1 uovo
  • scorza di limone grattugiata
  • 300 g di marmellata di kumquat o agrumi
  • 1 mela
  • 20 g di pinoli
  • 20 g di mandorle a scaglie

Ho fuso il burro al microonde, lasciandolo però cremoso (a pomata) e non liquido.
Ad esso ho aggiunto lo zucchero e mescolato con la frusta, poi l’uovo, mescolando bene e ottenendo una crema.
Ho grattugiato la scorza di un limone (non trattato) e l’ho unita al composto insieme alla farina, mescolando prima con la frusta e poi con le mani, ottenendo una palla morbida ma non appiccicosa da far riposare in frigorifero anche un paio d’ore.

Trascorso il tempo di riposo, ho steso la frolla col mattarello e con essa ho rivestito la teglia.
Ho steso sul fondo uno strato di marmellata, poi ho messo uno strato di mela tagliata a cubetti piccoli, infine ho ricoperto con scaglie di mandorle e pinoli.

crostata2

Ho decorato con le classiche strisce di pasta frolla, creando una griglia e infornato a 180° per circa 40 minuti.

Pin It
09 feb

Crostata di farro integrale con mele, kumquat e marmellata di mandarini

Sono in pieno mood di crostate… non è ancora finita una che ne faccio un’altra!
D’altrocanto è decisamente il periodo migliore per fare la frolla :-)

E un’altro trend che sicuramente riscontrerete sul blog, sarà quello dell’uso smodato di kumquat. Che poi io ho scoperto cosa sono i kumquat solo da pochi giorni! Io li ho sempre conosciuti come mandarini cinesi o giapponesicrostata3

Teglia Icont

Fatto sta che ora ne ho molti a disposizione e che li adoro e che li sto infilando ovunque, dolci e piatti salati!
Per chi non lo sapesse, vanno mangiati con la buccia (si scartano solo i semini all’interno) perchè altrimenti sono troppo aspri. La buccia invece è dolce e molto aromatica e ne equilibra il gusto.

Questa crostata per esempio è ottima: frolla di farro integrale (la ricetta è la stessa usata per queste crostatine, ma con farina diversa), marmellata di mandarini (Fiordifrutta Rigoni d’Asiago) per restare in tema di agrumi, mele per addolcire e kumquat per dare carattere e aroma.

crostata2

Ingredienti:

  • 250 g di farina
  • 70 g di zucchero a velo
  • 1 uova
  • 125 g di burro (morbido a pomata)
  • la buccia grattugiata di un limone
  • 150 g di marmellata di mandarini
  • 2 mele medie
  • circa 10 kumquat
  • 3 cucchiai di zucchero di canna

Ho sbattuto il burro molto morbido insieme allo zucchero a velo, una volta ben amalgamati ho aggiunto le uova e ho continuato a sbattere fino ad ottenere una crema.
A questo punto ho unito la scorza di limone grattugiata e la farina un po’ alla volta, continuando a mescolare con la frusta finchè ho potuto e passando alle mani quando ho terminato di aggiungere la farina.
L’impasto sarà molto morbido, quindi mettetelo in frigorifero a riposare 45-60 minuti.

Trascorso il tempo di riposo, stendete l’impasto e ricoprite con esso il fondo e i bordi di una teglia. Io quando uso queste teglie in alluminio non imburro perchè non c’è bisogno.

Sul fondo della crostata stendete la marmellata, sopra sistemate le mele sbucciate e affettate, infine posizionate i kumquat privati dei semi e tagliati a rondelle. Ricoprite tutta la frutta con un sottile strato di zucchero di canna (o anche normale se non ne avete) e infornate a 180° per circa 40-45 minuti.

crostata

Pin It
29 gen

Crostata con crema al doppio cioccolato e ricotta

Ieri pomeriggio volevo preparare una merenda speciale per il mio bimbo al suo ritorno da scuola, per “farmi perdonare” i tanti rimproveri della mattina (buffo no?! loro fanno i capricci e i dispetti e noi ci sentiamo in colpa…) e ho preparato delle crostatine al cioccolato.
Non amo fare le creme classiche, con la base di crema pasticcera, perchè mi mettono ansia… si addenserà? verrà grumosa?… e allora trovo sempre delle scorciatoie, ma che siano ancora più golose!   crostatine_cotte

Non avendo panna, non potevo fare una classica ganache e allora ho messo insieme ricotta, cioccolato bianco alle nocciole e cioccolato fondente per una farcitura davvero ottima :-)

Ho “pulito” la ciotola in cui li avevo mescolati fino all’ultima goccia :-D

Insieme a queste crostatine ho preparato anche una crostata grande per noi adulti con una confettura che amiamo molto: Fiordifrutta fragole e fragoline di bosco di Rigoni d’Asiago (senza zuccheri aggiunti e buonissima).

crostata_cotta

Teglia Icont

In realtà è andata a finire che ci si litiga tutti entrambi i tipi di dolce :-D

La frolla è ottima, una semplice, normalissima frolla (è quella di Santin, con qualche minima variante) senza farine “strane” o altro e col procedimento vecchio stile: non col burro freddo, ma col burro morbido sbattuto insieme allo zucchero e alle uova.

Ingredienti per 12 crostatine (8 cm di diametro) e una crostata (23 cm di diametro):

  • 500 g di farina
  • 140 g di zucchero a velo
  • 2 uova
  • 250 g di burro (morbido a pomata)
  • la buccia grattugiata di un limone
Per faricire le crostatine
  • 150 g di ricotta
  • 100 g di cioccolato fondente
  • 100 g di cioccolato bianco (io ho usato quello con le nocciole)

Per la crostata

  • 330 g di confettura

Ho sbattuto il burro molto morbido insieme allo zucchero a velo, una volta ben amalgamati ho aggiunto le uova e ho continuato a sbattere fino ad ottenere una crema.
A questo punto ho unito la scorza di limone grattugiata e la farina un po’ alla volta, continuando a mescolare con la frusta finchè ho potuto e passando alle mani quando ho terminato di aggiungere la farina.
L’impasto sarà molto morbido, quindi mettetelo in frigorifero a riposare 45-60 minuti.

Nel frattempo preparate la crema per le crostatine, sciogliendo a bagnomaria (o in un pentolino a fiamma bassissima, come ho fatto io) il cioccolato fondente, quello bianco e la ricotta, mescolando continuamente, finchè tutto non è perfettamente amalgamato.

Trascorso il tempo di riposo, ho steso la frolla ricoprendo le formine per le crostatine, al centro ho versato la crema, sistemando infine una stellina di frolla su ognuna.

crostatine_teglia

Per la crostata, ho steso il resto della frolla, usandone un cerchio per ricoprire la teglia.
Ho versato e steso la marmellata sul fondo, quindi ho ricavato le strisce di pasta per completare la crostata, sistemandole sul dolce, e richiudendo leggermente i bordi su se stessi.

crostata_teglia

Ho infornato tutto a 180° fino a doratura della frolla (le crostatine ci metteranno circa 15 minuti, la crostata circa mezz’ora).

Pin It
22 gen

Crostata di frolla alle mandorle con arance e bacche di Goji

Era un po’ che pensavo a come usare delle bellissime arance siciliane in una crostata e oggi ho deciso… al naturale! Ero indecisa se caramellarle o meno, se aggiungere crema o marmellata, ma poi la soluzione migliore mi è sembrata quella di usarle così, pelate a vivo e poco zuccherate.   crostata_cotta

Per esaltarne l’aroma, ho usato semplicemente un’ottima frolla alle mandorle, con farina Petra 5, profumata con la stessa scorza delle arance usate.
Per finire, giusto una manciatina di bacche di Goji, per un tocco di colore e un’ulteriore sferzata di vitamina C.

Il risultato è una crostata deliziosa e aromatica ma non pesante, perfetta per la merenda ma anche per un’allegra colazione :-)

Per realizzarla ho utilizzato una teglia Icont davvero comoda per questo tipo di crostate, perchè grazie ai suoi bordi bassi di circa 1 cm permette di sformare il dolce molto facilmente e inoltre consente una cottura e doratura uniforme della frolla grazie ad alcuni piccoli fori presenti sul fondo.
Essi consentono all’umidità di uscire dal basso e quindi di cuocere meglio il fondo della crostata, che spesso, con la farcitura, tende a restare più umido.

teglia

Ingredienti per due crostate da 23 cm (potete farne solo 1 e congelare il resto della frolla):

  • 250 g di farina
  • 100 g di farina di mandorle
  • 120 g di zucchero di canna
  • 1 uovo
  • 140 g di burro
  • scorza grattugiata di 2 arance
  • 2 arance
  • una manciata di bacche di Goji
  • 3 cucchiai di zucchero di canna
  • una spolverata di zucchero a velo

Ho mescolato la farina, la farina di mandorle, lo zucchero e la scorza grattugiata di due arance. Al centro ho messo l’uovo e il burro freddo tagliato a pezzi molto piccoli.
Ho impastato velocemente con le mani ottenendo un impasto sodo e omogeneo, quindi l’ho messo in frigorifero per circa mezz’ora.

Nel frattempo, ho messo a bagno le bacche di Goji in acqua calda, dopo averle ben sciacquate.

Trascorso il tempo di riposo della frolla, ho pelato a vivo le arance e le ho affettate a rondelle (attenzione, se ci sono, ai semini).

Ho steso la frolla e l’ho messa nella tortiera in alluminio, coprendo con essa fondo e bordi.
Sopra ho sistemato le fette di arancia sovrapponendole leggermente e aggiungendo anche le bacche scolate.

crostata

Ho ricoperto tutto con i 3 cucchiai di zucchero di canna e infornato a 180° per circa 30 minuti.

crostata_cotta_int

Aggiornamento 23/01/2014

Solo oggi scopro del contest de La Cucina Italiana che sostiene la ricerca sul cancro con l’AIRC.

Sabato 25 gennaio tornerà infatti nelle piazze italiane l’appuntamento con le Arance della Salute e con un contributo di 9 euro si potranno ricevere 2,5 kg di arance rosse e consigli e ricette per una sana e gustosa alimentazione.

Inserirò da oggi il banner AIRC sul mio blog e partecipo con questa golosa ricetta al contest “Le arance della salute”.

Banner AIRC

Pin It