14 Set

Muffin di ricotta con gocce di cioccolato bianco

Ho preparato questi muffin la prima volta il 19 marzo, per la festa di compleanno/picnic di mio figlio Gabriele. Ci erano piaciuti moltissimo e mi ero ripromessa di postarne al più presto la ricetta, ma per mesi sono stata così presa da mille impegni da non riuscire più ad aggiornare il mio blog… finalmente ieri pomeriggio sono riuscita a rifarli ed ecco qui la ricetta 🙂

Ad onor del vero la base della ricetta di questi dolcetti è la ricetta di Simona, che ha preparato dei deliziosi e sofficissimi muffin con le mele, ma io le ho sostituite con delle golosissime gocce di cioccolato bianco che adoro.

Ingredienti per 8 muffin grandi:

  • 140 g di farina
  • 100 g di fecola di patate
  • 100 g di burro morbido
  • 160 g di zucchero
  • 250 g di ricotta
  • 2 uova
  • una bustina di lievito
  • 1/2 cucchiaino di vaniglia in polvere
  • un pizzico di sale
  • 80 g di gocce di cioccolato bianco

Ho miscelato insieme la farina con la fecola, la vaniglia, un pizzico di sale e il lievito.

A parte ho montato il burro con lo zucchero e le uova, aggiungendo infine la ricotta. Ho aggiunto questo impasto un po’ alla volta agli ingredienti in polvere, mescolando con la frusta, fino ad ottenere un composto omogeneo.

Per ultimo ho infarinato le gocce di cioccolato, eliminando poi la farina in eccesso, e le ho mescolate al resto delicatamente.

Ho messo un paio di cucchiaiate di impasto in ogni pirottino (i miei erano molto grandi) e li ho infornati a 180° per circa 30 minuti, verificandone l’avvenuta cottura con uno stuzzicadente.

Pin It
23 Nov

Muffin alla zucca e mandorle con gocce di cioccolato

Presto non vorrò più nemmeno sentirla nominare… è una settimana che mangio zucca in tutte le forme: pane, gnocchi, dolci, polpette, al forno, in padella, con la pasta, col riso… Ce ne hanno regalata una gigante e bisogna consumarla!
In parte è finita in congelatore già pronta in varie preparazioni, ma il resto la mangiamo. E per fortuna che mi piace da matti!

Ieri ho preparato questi morbidissimi muffin, aggiungendo delle mandorle tritate e delle gocce di cioccolata fondente.

Ottimi, non c’è che dire, e dallo splendido colore arancione 🙂

Per realizzare questi muffin ho utilizzato degli stampini in alluminio resistenti, quelli di ICONT, comodi perchè non necessitano di pirottino di carta e di teglia rigida per muffin, ma basta il solo contenitore.

Ingredienti per 11-12 muffin grandi:

  • 300 g zucca cruda
  • 100 g di amido di frumento o di mais
  • 150 g di farina 00
  • 100 g di mandorle tritate molto finemente
  • 160 g di zucchero di canna
  • 1 bustina di lievito istantaneo per dolci
  • 100 g olio d’oliva
  • 3 uova
  • la scorza grattugiata di un’arancia o di un limone
  • 200 g di gocce di cioccolato fondente

Ho mescolato tra loro prima la farina, l’amido, le mandorle, lo zucchero e il lievito, quindi ho tritato con il frullatore a immersione la polpa di zucca cruda e l’ho aggiunta al composto insieme alle uova e all’olio.

Ho grattugiato nell’impasto la scorza di un’arancia ben lavata (ma va benissimo anche un limone) e infine ho amalgamato al tutto le gocce di cioccolato fondente.

L’impasto risulta piuttosto liquido e l’ho versato con attenzione negli stampini per muffin in alluminio, spennellati con olio e infarinati, riempendoli per circa 3/4.

Ho infornato a 180° per circa 25 minuti e, dopo aver verificato l’avvenuta cottura con uno stuzzicadenti, ho tolto dal forno e fatto raffreddare.

********************

E per concludere devo annunciare la vincitrice della sfida SALMONE, della scorsa settimana! Anzi, LE vincitrici!
Alessia&Tiziana vincono la gara con l’originale ricetta “Nerone sposa la regina di San Daniele” e passano al terzo turno della sfida!
Come sempre complimenti anche a Ylenia e un ringraziamento per essersi messa in gioco 🙂

Oggi sarebbe dovuta partire anche la nuova sfida, ma una delle partecipanti ha avuto un problema serio, per cui aspettiamo qualche giorno per cercare di capire come muoverci.

Pin It
10 Lug

Tortine al miele al profumo di arancio, le preferite da Winnie The Pooh

Sapete già quanto mi piace pasticciare in cucina col mio piccolino, quindi quando ho letto di questo splendido contest (su Oggi pane e salame, domani… in collaborazione con Storie di zucchero) non ho potuto trattenermi dal partecipare, visto che veniva richiesto proprio di preparare una ricetta col proprio bimbo e con riferimenti a una favola, filastrocca, canzone…

Di fiabe o canzoncine con riferimenti a ricette o ingredienti ne esistono moltissime e inizialmente avevo davvero l’imbarazzo della scelta, ma continuava a venirmi in mente sempre la stessa: la favoletta della buonanotte che ama Gabriele.
Doveva essere l’occasione per fare una cosa insieme, un dolcino a lui dedicato, per cui presto ho abbandonato l’idea di storie più complesse o famose e ho deciso di indirizzarmi in questa semplicissima storiella, che lui tanto ama e che ormai sa davvero a memoria, tanto da suggerirmi le battute quando per sbaglio salto una pagina 🙂

Parlo di “Ma Tigro dov’è?”, uno di quei libretti per bimbi piccoli (Gabriele ha 27 mesi), con una sola frasetta per pagina e tante illustrazioni, che vede protagonisti Tigro e Pooh, il famoso orsetto. E qual è il cibo preferito di Pooh?? Il miele naturalmente!
E infatti, dopo che l’orsetto ha salvato il suo amico finito su un albero dopo un salto troppo alto, Tigro gli regala “un vaso gigante pieno di miele“.

E il miele è anche un ingrediente molto amato da Gabriele. Per la tosse il pediatra ci ha segnato uno sciroppo costituito solo da un mix di mieli diversi. Ebbene, è diventato un rito: tutte le sere ne vuole un cucchiaino! Non credo serva a molto per la tosse, ma di sicuro lo adora 😀

Il risultato di questa ricetta sono delle tortine molto molto morbide, un po’ umide e dal deciso aroma di miele. Per questo usate del miele dal gusto non troppo forte:  un classico millefiori è l’ideale.
All’interno ho inserito un quadratino di cioccolato bianco, quello di Mirco Della Vecchia.

La superficie l’ho invece ricoperta da una semplice glassa composta da zucchero a velo e succo di arancia, invece di acqua.
Si potrebbe pensare che la glassa è un di più, che si può anche evitare. Ebbene, dopo aver assaggiato la versione “con” e la versione “senza”, vi consiglio di metterla. Dà un tocco in più molto molto gradevole.

Ecco quindi la nostra ricetta a 4 mani!

Ingredienti per 11 tortine:

  • 150 g di farina
  • 2 uova
  • 120 g di miele millefiori
  • 60 g di burro
  • 3 cucchiaini di lievito per dolci
  • 1/2 arancia spremuta
  • buccia grattugiata di un arancio
  • 25 g di cioccolato bianco
  • zucchero a velo

Gabriele ha mescolato la farina con lo zucchero e il lievito setacciato. Io ho aggiunto le uova leggermente sbattute e il burro morbido, mentre lui continuava a mescolare bene, e poi il miele, cercando di non mangiarlo tutto prima di versarlo nella ciotola.

Una volta ben amalgamati gli ingredienti, io ho grattuggiato la buccia di un’arancia aggiungendola al composto e poi Gabriele ne ha spremuto il succo di una metà.

Una volta pronto il composto (cioè quando Gabriele ha deciso che si era stancato di mescolare 🙂 ) abbiamo versato tutto nei pirottini, ho inserito un pezzetto di cioccolato bianco in ogni dolcetto, senza mandarlo troppo in fondo, e ho infornato a 180° per circa 30 minuti.

Una volta freddi, ho preparato una semplicissima glassa, mettendo dello zucchero a velo in una ciotola, quindi ho aggiunto un cucchiaino alla volta di succo della seconda metà dell’arancio. Per circa 6-7 cucchiaini colmi di zucchero a velo servirà un cucchiaino raso di succo.
Ottenuto un composto liscio, senza grumi, e abbastanza denso, l’ho spalmato sulla sommità dei dolcetti, quindi ho grattugiato ancora un po’ della buccia dell’arancio e poi ho fatto seccare all’aria (con questo caldo succede piuttosto in fretta).

Quel pomeriggio, Tigro
regala a Pooh un vaso
gigante pieno di miele.
“Grazie per avermi aiutato
a scendere dall’albero,
caro Pooh!” esclama.

“Oh, il mio pancino
ringrazia te!”
Risponde Pooh
con un sorriso.

Pin It
26 Giu

Deliziosa torta di pesche

Ve l’ho raccontanto il dilemma su come far fuori grossi quantitativi di pesche, no?
Avendo deciso che quest’anno non farò marmellate (anche perchè ne sta già facendo mia madre e poi che ne facciamo di millemila barattoli), ho già fatto con successo queste pesche sciroppate al cardamomo. Avendone fatto fuori già un barattolo, posso dire che sono davvero buone e l’abbinamento col cardamomo lo trovo perfetto.

Altre opzioni? Facciamo un dolce! Ma quale? Volevo usare quante più pesche possibile, perchè erano già molto mature e non mi veniva in mente nessuna ricetta adatta, ma, cercando cercando, ecco che spunta fuori questa meraviglia di torta alle pesche del blog Eat It! Milano
In fase di lavorazione pensavo di aver davvero esagerato col quantitativo di frutta, perchè rispetto all’impasto sembrava troppa. Invece… perfetta! Bilanciatissima e buonissima!
Il sapore e il profumo delle pesche è predominante e non si perde in cottura, la torta risulta morbidissima e golosa.

Unica pecca, dovuta al caldo eccessivo e alla presenza di frutta, è che si rovina facilmente e tende a inacidire dopo un paio di giorni, per cui, se dovesse resistere tanto a lungo, conservatela in frigo dopo il primo giorno.

Nella mia torta sono finite pesche noci, pesche a polpa gialla, e anche una susina (l’avevo scambiata per una pesca 😀 e me ne sono accorta solo dopo averla sbucciata).
Non ho apportato modifiche alla ricetta originale, tranne la dose di zucchero (180 g invece che 150). Non perchè avessi bisogno di energia in più, ma perchè m’è scappato e lo stavo pesando direttamente insieme alla farina, quindi sarebbe stato difficile toglierlo…
Ma devo dire che ci stava benissimo, anche perchè contrasta un pochino con l’aspretto delle pesche.

Ingredienti:

  • 300 g di farina
  • 150 g di burro
  • 180 g di zucchero di canna
  • 1 bustina di lievito vanigliato per dolci
  • 10 piccole pesche mature
  • 3 uova
  • un pochino di latte
  • buccia grattugiata di un limone
  • zucchero a velo

Ho mescolato farina, zucchero e il lievito per dolci e nel frattempo ho fatto fondere al microonde il burro.
Ho lavato, sbucciato e tagliato le pesche a spicchi e messe da parte.

A parte ho sbattuto le uova con il burro fuso (e lasciato raffreddare il tempo di tagliare le pesche), quindi ho unito agli ingredienti secchi, mescolando bene con la frusta.
Il composto risulta piuttosto denso, quindi unite un po’ di latte (più o meno uno o due dita di un bicchiere). Oltre al latte, ho aggiunto anche il succo che le pesche tagliate avevano rilasciato nella ciotola.
Ho infine grattuggiato la buccia di un limone e terminato di mescolare.

Ho imburrato e infarinato una teglia, versato circa la metà del composto e livellato. Sopra ho sistemato tutte le fette di pesche (sono venuti un paio di strati) e ho infine ricoperto tutto con il restante impasto, facendo attenzione a non lasciare buchi, anche se la torta, lievitando, tenderà a uniformarsi.

Ho cotto in forno a 180° per circa 45 minuti.
Quando è fredda, potete spolverarla con zucchero a velo.

Ve la consiglio davvero, io me ne sono innamorata follemente!

16 Feb

Biscotti nocciole e gocce di cioccolato

Ed eccoci all’ultima ricetta dei regalini inviati ad Alessandra per il contest.

La base è la stessa di quelli inviati per il Cookie Swap ma ho usato solo nocciole e, solo su alcuni per la verità, ho messo delle gocce di cioccolato. Non le uso spesso e mai prima d’ora sui biscotti, per cui avevo paura che restassero un po’ troppo appiccicose e nel pacchettino i biscotti si incollassero l’uno all’altro, quindi ho fatto un po’ con e un po’ senza.

Ingredienti (circa 45 biscotti):

  • 500 gr farina 00
  • 150 gr zucchero a velo
  • 200 g burro a temperatura ambiente
  • 1 uovo
  • 5 cucchiai di panna da montare
  • 1/2 bustina di lievito
  • 4 cucchiai di cannella in polvere
  • 100 gr di nocciole (pesate senza guscio)
  • gocce di cioccolato fondente
  • un pizzico di sale

Ho miscelato farina, zucchero a velo, lievito, cannella, sale, quindi ho aggiunto l’uovo, la panna e il burro, e ho impastato con le mani fino ad ottenere un impasto ben omogeneo.

Alla fine ho aggiunto le nocciole tritate in modo grossolano e impastato ancora per distribuirle bene.

Ho steso quindi l’impasto col mattarello, di uno spessore di circa mezzo cm, e ho ricavato i vari biscotti con un bicchiere capovolto, sistemandoli a mano a mano sulla teglia per il forno, lasciandoli un po’ distanziati tra loro.

Prima di infornare ho aggiunto sulla superficie di alcuni le gocce di cioccolato fondente, spingendoli leggermente per farli aderire bene, quindi ho infornato a 180° per un quarto d’ora. Sono pronti quando sono ben coloriti.

**************

Colgo l’occasione di questo post per ringraziare Giulia di Pareti di Zucchero per avermi scelto come destinataria di un simpatico premio 🙂

21 Dic

Idee regalo golose

Per i ritardatari che come me ancora non hanno le idee chiarissime, lascio qualche idea regalo da fare con le vostre manine per la gioia di amici e parenti 🙂

  1. Struffoli (ricetta classica): http://www.nastrodiraso.com/wordpress/buon-2010-con-gli-struffoli.html
  2.  Struffoli al forno con marmellata di agrumi e melograno (più portafortuna di così…): http://www.nastrodiraso.com/wordpress/struffoli-a-festa.html
  3. Albero di natale di frutta secca: http://www.nastrodiraso.com/wordpress/albero-di-frutta-secca.html
  4. Biscotti noci e nocciole: http://www.nastrodiraso.com/wordpress/biscotti-noci-e-nocciole-per-il-cookie-swap.html
  5. Biscotti di vetro: http://www.nastrodiraso.com/wordpress/biscotti-biscotti-e-biscotti.html
  6. Preparato per cioccolata calda: http://www.nastrodiraso.com/wordpress/cioccolata-calda-da-regalare.html

E un’altra idea regalo, da stampare e rilegare è il nostro (perchè in collaborazione con Veru, Serena e Alessandra) bellissimo FoodCalendario 2012!

E visto che ho rimandato la scadenza, perchè non fate una di queste ricette e partecipate al mio contest “Licenza di copia“??