20 Ago

Torta di compleanno “alla frutta” per un allegro Summer Party

Fa caldo… l’appetito scema un po’, si desiderano piatti non troppo elaborati e la voglia di accendere il forno viene a mancare.

Ma se si deve festeggiare come si fa? La torta ci vuole! A parte una scontata torta gelato, perchè non proporre a festeggiato e invitati una torta decisamente alternativa???

Io l’ho fatto e tutti sono rimasti davvero a bocca aperta, compreso il festeggiato che proprio non se lo aspettava. E a quel punto, nonostante tutti fossero ben satolli dopo la cena, nessuno ha potuto rifiutarsi di assaggiarne una bella fetta!

L’ispirazione, come spesso, l’ho avuta da Pinterest e l’idea, perchè solo di idea si può parlare e non di ricetta, ve la devo assolutamente girare!

Ingredienti per una torta:

  • mezzo cocomero lungo piuttosto grande
  • un melone
  • 2 pesche
  • uva

Occorre innanzitutto tagliare le due calotte al cocomero, così da ottenere una sezione cilindrica abbastanza alta.

Vi consiglio di tenervi larghi con le dimensioni, perchè per rifinire le forme pian piano eliminerete molte parti e la fetta finale potrebbe risultare troppo piccola.
Eliminate quindi la buccia e posizionate il primo strato della torta sul vostro piatto di portata.

Passate quindi al melone. Anche in questo caso, tagliate le due calotte e ricavatene una forma cilindrica il più regolare possibile.

Con il coltello eliminate, senza rompere il frutto, tutti i semi interni e posizionate ora sopra il primo strato, il secondo piano della torta.

Nel buco rimasto nel melone, dopo aver tolto i semi, potete mettere frutta a piacere. Io ho tagliato a dadini una pesca e ho riempito bene.

Infine, per creare un ultimo strato, ho utilizzato una pesca intera, solo sbucciata.

Per rifinire la torta, ho utilizzato dell’uva bianca, dalla polpa ben soda. Con essa ho creato una decorazione intorno ad ogni strato.

Per il primo, ho semplicemente posizionato l’uva tutt’intorno. Per gli altri due strati, ho invece fissato i chicchi con gli stecchini, per evitare che ad ogni spostamento rotolassero in giro.

Se è un compleanno, potete metterere sulla pesca le vostre candeline senza problemi. Ma potreste anche servirla a un buffet o una cena estiva tra amici.
L’effetto sopresa è assicurato!! 🙂

Pin It
22 Set

Clafoutis con more e prugne al profumo di cannella

Non faccio che vedere clafoutis in giro sui blog e m’è venuta la curiosità! Ma come sarà mai questo dolce? E che consistenza avrà??

Allora ieri, dovendo consumare le ultime more allo sciroppo che avevo usato per le meringhette, ho deciso di provare a farne uno, vista la semplicità e gli ingredienti facilmente reperibili in casa.

E poi è un dolce leggero, visto che non ha burro o altri grassi. La consistenza è particolare, quasi budinosa, ma meno molliccio e più simile a una torta. Inizialmente pensavo che non fosse cotto bene, invece poi ho cercato delle foto in rete e mi sono resa conto che era proprio così che doveva venire (magari un po’ meno colorito, ma vabbè…).

Sapore? Naturalmente tutto sta nella frutta usata! Più saporita sarà, migliore sarà il dolce.
La ricetta originale francesce prevede le ciliege (con tanto di nocciolo) ma ormai lo si trova in mille varianti.

A me è piaciuto, anche se non posso eleggerlo come mio dolce preferito, ma alla mia famiglia è piaciuto molto di più e la teglia è stata completamente ripulita!

E poi, è un buon modo per riunire dessert e frutta 🙂

Ho trovato dosi molto diverse in giro. Visto che si tratta essenzialmente di una pastella credo che si possano facilmente modificare le quantità degli ingredienti senza stravolgere troppo il risultato. In alcune versioni viene usata addirittura la panna.

Io ho seguito le indicazioni trovate qui e visto che il risultato è stato così apprezzato ve le propongo volentieri con le mie poche modifiche.

In questo dolce ho usato le more allo sciroppo Sant’Orsola e la farina 00 di Molino Chiavazza.

Ingredienti:

  • 3 uova
  • 100 gr di zucchero
  • 90 gr di farina 00
  • 200 ml di latte
  • 2 cucchiai di maraschino
  • cannella in polvere
  • 2 prugne grosse
  • circa 30-35 more
  • un po’ di burro per la teglia e zucchero a velo per decorare

Montate le uova con lo zucchero ottenendo un composto molto spumoso e chiaro.
Aggiungete delicatamente la farina setacciata e il latte un po’ alla volta, cercando di non smontare il composto.
Infine unite il liquore scelto. Questa pastella risulterà piuttosto liquida.

Imburrate uno stampo per torte e posizionate sul fondo la frutta (le more intere e le prugne a fette sottili). Versate sopra la pastella delicatamente e coprite tutta la frutta. Sopra spolverizzate con la cannella.

Io ho infornato a 180° per circa 40 minuti, ma credo sia meglio una temperatura inferiore (sui 160) in quanto si è sgonfiato un po’ una volta spento il forno e si è colorito troppo presto.

E’ ottimo tiepido, magari ricoperto di zucchero a velo, e credo si accompagni benissimo con una salsa leggera alla vaniglia (ci proverò la prossima volta 🙂 ).

*************************

Ricordatevi di partecipare al Giveaway! Si vince il libro Ricette per Gioco di Natalia Cattelani di Tempo di cottura!