14 Set

Muffin di ricotta con gocce di cioccolato bianco

Ho preparato questi muffin la prima volta il 19 marzo, per la festa di compleanno/picnic di mio figlio Gabriele. Ci erano piaciuti moltissimo e mi ero ripromessa di postarne al più presto la ricetta, ma per mesi sono stata così presa da mille impegni da non riuscire più ad aggiornare il mio blog… finalmente ieri pomeriggio sono riuscita a rifarli ed ecco qui la ricetta 🙂

Ad onor del vero la base della ricetta di questi dolcetti è la ricetta di Simona, che ha preparato dei deliziosi e sofficissimi muffin con le mele, ma io le ho sostituite con delle golosissime gocce di cioccolato bianco che adoro.

Ingredienti per 8 muffin grandi:

  • 140 g di farina
  • 100 g di fecola di patate
  • 100 g di burro morbido
  • 160 g di zucchero
  • 250 g di ricotta
  • 2 uova
  • una bustina di lievito
  • 1/2 cucchiaino di vaniglia in polvere
  • un pizzico di sale
  • 80 g di gocce di cioccolato bianco

Ho miscelato insieme la farina con la fecola, la vaniglia, un pizzico di sale e il lievito.

A parte ho montato il burro con lo zucchero e le uova, aggiungendo infine la ricotta. Ho aggiunto questo impasto un po’ alla volta agli ingredienti in polvere, mescolando con la frusta, fino ad ottenere un composto omogeneo.

Per ultimo ho infarinato le gocce di cioccolato, eliminando poi la farina in eccesso, e le ho mescolate al resto delicatamente.

Ho messo un paio di cucchiaiate di impasto in ogni pirottino (i miei erano molto grandi) e li ho infornati a 180° per circa 30 minuti, verificandone l’avvenuta cottura con uno stuzzicadente.

Pin It
12 Ago

Tortine alle carote e amaretti

Anche questa ricetta è stata ispirata da uno dei miei laboratori di cucina per bambini.
Invece delle classiche mandorle nell’impasto di questi muffin, ho utilizzato degli amaretti che hanno un sapore più deciso e goloso  e rendono le tortine davvero irresistibili.
In più i dolcetti restano morbidissimi e col loro profumo invogliano a cedere al peccato (veniale) di gola!

tortine_carote

Ingredienti per 12 muffin:

  • 200 g di carote (pesate già pulite)
  • 80 g di amaretti secchi
  • 170 g di farina
  • 100 g di zucchero
  • 100 g di burro morbido
  • 2 uova
  • un pizzico di sale
  • 1 bustina di lievito
  • la scorza grattugiata di un limone non trattato

Dopo aver pulito, lavato e asciugato con cura le carote, le ho tritate finemente col mixer.
Ad esse ho aggiunto gli amaretti e, continuando a frullare, anche lo zucchero, le uova e il burro molto morbido.

Infine ho aggiunto e amalgamato la farina miscelata col lievito e il sale e la scorza di limone grattugiata.

Ho versato nei pirottini riempendoli per 3/4 e infornato a 180° per circa 25 minuti.
Le tortine di carote sono pronte quando, infilando nell’impasto uno stuzzicadenti, ne esce completamente pulito.

Pin It
24 Mag

Muffin al cioccolato bianco e succo di fragola

Venerdì c’è stato il mio laboratorio di cucina per bambini e abbiamo fatto dell’ottima marmellata di fragole.
I bimbi però si son fatti prendere un po’ la mano e hanno affettato almeno il doppio delle fragole necessarie, ma le abbiamo comunque condite con zucchero e limone, così un pochino le abbiamo assaggiate mentre lavoravamo e il resto è rimasto in attesa di un uso migliore.

minimuffin

Tornata a casa, pensavo di trasformare anche queste in marmellata, ma non ho fatto in tempo… i miei due bimbi (più uno grandicello in realtà) le hanno divorate in un attimo.
Però dopo un paio d’ore di macerazione con zucchero e limone è rimasto moltissimo succo (nonostante anche quello sia stato attaccato da più fronti) che ho messo da parte.
Oggi finalmente sono riuscita ad utilizzare quella delizia profumatissima e di un bellissimo rosso vivo, come ingrediente principale di questi mini muffin deliziosi.

Sono morbidissimi, di una consistenza favolosa, profumati e dal forte aroma di fragola e un delicato retrogusto di limone.
Che ve lo dico a fare… oggi la merenda è stata golosissima!

minimuffin3

Ingredienti per 24 mini-muffin oppure 12 muffin:

  • 190 g di farina
  • 70 g di zucchero di canna
  • 50 g di scaglie di cioccolato bianco
  • 2 cucchiaini di lievito istantaneo per dolci
  • 1 uovo
  • 190 g di succo di fragola (ottenuto dalla macerazione di circa 400 g di fragole con il succo di un limone e 150 g di zucchero di canna)
  • 80 g burro
  • la scorza grattugiata di 1 limone

Ho mescolato in una ciotola la farina insieme al lievito, allo zucchero e alle scaglie di cioccolato.

In un’altra ciotola ho sbattuto l’uovo insieme al burro fuso e al succo di fragole.

Ho versato i liquidi nella ciotola con gli ingredienti secchi, ho grattugiato la scorza del limone e ho mescolato, amalgamando gli ingredienti.

Ho versato l’impasto nei pirottini per mini muffin e ho infornato a 180° per circa 10-15 minuti.
Non appena hanno iniziato a colorire, ho provato a infilare uno stuzzicadenti in uno dei muffin e, essendone uscito asciutto, ho spento e fatto raffreddare.

Ho preparato infine un pochino di glassa mescolando lo zucchero a velo con un po’ di succo di limone, fino a ottenere una consistenza densa che non colasse troppo e ho aggiunto dei cuoricini di zucchero.

minimuffin2

Pin It
25 Ott

Muffin semi-integrali bicolore al limoncello

Con l’autunno torna la voglia di muffin morbidosi e golosi e così riprendo la produzione settimanale…  per colazioni e merende 🙂

Un paio di pomeriggi fa è stato il turno di questi dolcetti, semi-integrali, con impasto al cacao e bianco e aromatizzati con del limoncello. muffin_bic

Il procedimento (e più o meno le dosi) sono di Montersino, metodo bignè quindi, con cui mi trovo molto bene, visto che il risultato è consistente ma allo stesso tempo morbido.

Con queste dosi ho ottenuto 9 muffin, ma usando degli stampini piuttosto grandi. Se usate quelli di misura più piccola o i pirottini di carta ne dovrebbero venire anche 10-12.

Ingredienti per 9-10 muffin (abbastanza grandi):

  • 140 gr di burro
  • 50 g di acqua
  • 110 gr di farina integrale
  • 100 g di farina 00
  • 150 g di zucchero di canna
  • 4 uova
  • 20 g di cacao
  • 30 g di limoncello
  • una bustina di lievito per dolci
  • 2 gr di sale

Mettere sul fuoco l’acqua insieme al burro e al sale in una pentola col fondo spesso. Quando raggiunge il bollore, gettare tutta la farina insieme (integrale e 00), quindi mescolare con una spatola o un cucchiaio di legno facendo assorbire tutto il liquido e facendo asciugare la farina.
L’impasto è pronto quando si stacca facilmente dalle pareti della pentola.

A questo punto spegnere il fuoco e aggiungere dapprima lo zucchero, per permettergli di amalgamarsi al meglio all’impasto col calore, quindi 20 g di limoncello e poi un uovo per volta, mescolando con forza dopo ogni aggiunta fino al completo assorbimento.

Unire col setaccino il lievito e mescolare ancora, quindi dividere l’impasto in due parti  e unire a una delle due il cacao e il restante limoncello (serve a riequilibrare le consistenze).

Versare negli stampini (senza niente se di silicone, o imburrati e infarinati se di altro materiale) a cucchiaiate alternando i due impasti e colmandoli per circa 3/4, poi infornare per circa 20 minuti a 180°.

muffin_bic_1

Piattino Poloplast

Pin It
08 Ago

Muffin allo zenzero e miele di limone con farina di kamut e integrale

Martedì mattina il mio piccolo chef mi ha chiesto di fare “due” ricette: una frittata (da lasciare pronta per quando saremmo tornati dalla lezione in piscina) e dei dolcetti.

muffin

Per i dolcetti però volevo sfornare qualcosa dal gusto fresco, adatto alla temperatura rovente di questi giorni, e così ho pensato di utilizzare dello zenzero fresco (di cui ho sempre qualche pezzo in congelatore).

Abbiamo poi aggiunto un po’ di miele di limone (Rigoni d’Asiago), per enfatizzarne l’aroma agrumato e usato della farina integrale e della farina di kamut.

Ne sono risultati dei muffin morbidi e molto stuzzicanti, non troppo pesanti, visto i pochi grassi e il poco zucchero, perfetti sia a colazione che a merenda.

Per questa ricetta ho utilizzato gli stampini in alluminio per muffin di Icont.

muffin2

Ingredienti per una decina di muffin grandi:

  • 100 g di farina integrale
  • 80 g di farina di kamut
  • mezza bustina di lievito
  • 30 g di zucchero di canna
  • 50 g di miele di limone (o quello che preferite)
  • 2 uova
  • 180 g di latte
  • 50 g di olio d’oliva
  • 4-5 cucchiaini di zenzero fresco grattugiato

Ho mescolato tutti gli ingredienti secchi tranne lo zucchero, mentre a parte ho sbattuto con le fruste il miele, lo zucchero, le uova, l’olio e infine ho aggiunto il latte.

Dopo aver unito la parte liquida alle farine col lievito, ho grattugiato lo zenzero e amalgamato brevemente con la frusta. Il composto sarà abbastanza liquido.

Ho quindi versato l’impasto nei pirottini di carta sistemati negli stampini per muffin e infornato in forno già caldo a 180° per circa 25-30 minuti.

Naturalmente fate la prova stecchino non appena iniziano a colorirsi sulla superficie.

Pin It
01 Ago

Muffin di riso integrale alle pere e yogurt

Questi muffin sono morbidi, molto profumati e dal fresco sapore di pera.
Sono stati davvero buoni sia a temperatura ambiente che ben freddi di frigorifero (in estate i dolcetti preferisco conservarli così, soprattutto se contengono frutta, perchè inacidiscono o addirittura  ammuffiscono nel giro di pochissime ore al caldo).

muffin_pere

La ricetta è semplice e veloce, naturalmente potete usare anche farina di riso non integrale o farina 00, ma in una visione di dolcetto da colazione o merenda sano ed equilibrato, usando i miei stessi ingredienti avrete sicuramente un risultato migliore 🙂

Ingredienti:

  • 250 g farina integrale di riso
  • 130 g zucchero di canna
  • 125 g yogurt (io ho usato uno yogurt alla banana che esalta molto il sapore della pera)
  • 100 g olio di oliva
  • 3 uova medie
  • 1 bustina di lievito istantaneo per dolci
  • 2 pere di media dimensione

Ho mescolato tra loro la farina di riso, lo zucchero di canna e il lievito, mentre a parte ho sbattuto le uova con lo yogurt e l’olio.

Ho unito questa crema agli ingredienti secchi, amalgamando tutto. Il composto sarà molto denso, poco cremoso, ma si amalgama bene.

Ho sbucciato le pere, le ho tagliate a dadini, lasciando da parte qualche fettina per le decorazioni in superficie, e le ho unite all’impasto, mescolandole al resto.

Ho versato tutto nei pirottini di carta e poi negli stampini rigidi (sia una placca da forno con forme più strette, che in stampini di alluminio Icont, più larghi), aggiungendo altri pezzi di pera sopra ognuno e  infornando a 180° per circa 20 minuti: appena coloriscono in superficie, fate la prova stecchino per controllarne la cottura e non farli seccare troppo.

muffin_pere2

Pin It
08 Mar

Muffin di kamut® con bacche di Goji

Stavolta ho osato! Di solito preferisco mixarle le farine con cui non ho molta confidenza, ma questa volta ho provato un 100% farina di kamut®, anche perchè, lo so non ci crederete mai, mi sono resa conto di aver finito la mia scorta di farina di farro!

 

Non so come sia potuto succedere, sono ancora incredula e disperata, ma dovrò aspettare domani per correre ai ripari.

Comunque il risultato è stato assolutamente piacevole: la resa nei dolci è molto simile a una farina 00, il sapore è leggermente diverso, ma buono. Direi quasi che è un’aroma che “sa d’antico”.

E invece della solita uvetta o delle gocce di cioccolata, ho utilizzato delle bacche di Goji, che hanno un aroma molto simile ai cranberry, ai ribes… fruttati e ricchi di vitamina C.

Lo zucchero di canna è del tipo Brasil, dall’aroma di vaniglia, di Bronsugar.

Sono dei muffin semplicissimi, morbidi e si conservano bene per qualche giorno (naturalmente chiusi).

Ingredienti per 8-9 muffin:

  • 280 g di farina di kamut®
  • 130 g di zucchero di canna
  • 2 cucchiaini di lievito
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 100 g di burro fuso
  • 2 uova
  • 130 g di latte
  • 30 g di bacche di Goji

Mescolare gli ingredienti secchi (farina, zucchero, lievito e bicarbonato), a parte mescolare gli ingredienti umidi (burro fuso, latte, uova) e unire i due composti, amalgamando con una frusta ma senza mescolare a lungo (possono restare anche un po’ di grumi).
Aggiungere quindi le bacche, sciacquate sotto l’acqua corrente e lasciate una quindicina di minuti in ammollo, e poi versarel’impasto nei pirottini per muffin, riempendoli per 3/4.

Infornare a 180° per circa 30 minuti, o comunque finchè non si è formata una bella cupoletta e uno stecchino infilato in un muffin non ne esce del tutto asciutto.

Pin It
25 Feb

Tortine di mele e arancio con Kamut® e farro

Era un po’ che ci giravo intorno… sia alla farina di Kamut®, che m’è sempre stata antipatica a prescindere, sia a dei muffin-tortine alle mele.

Però non trovavo la giusta ispirazione e lasciavo cadere l’idea, ma poi venerdì ho deciso: avrei fatto la mia ricetta classica di torta di mele (che non è mia ma “passata” dalla mia amica Domitilla anni fa), che ho sempre amato per la morbidezza e umidità, rivisitandola in parte con la sostituzione della classica farina 00 con parte di farina di farro e parte di farina di Kamut®.

Ho deciso di provare questa farina soprattutto perchè, visto che ne sto provando di tutti i tipi, volevo conoscerla più da vicino, ma come dicevo, già il solo fatto che Kamut® non sia in realtà il nome del cereale, ma di un marchio registrato, perchè il grano da cui è prodotta la farina si chiama invece Khorasan, non mi ha mai ispirato molto, così come il fatto che sia coltivato solo nel Nord America, Montana, Alberta e Saskatchew.

Certo, è una farina più digeribile e che non dà grossi problemi di intolleranze, non perchè senza glutine (e quindi resta sconsigliato ai celiaci) ma perchè non soggetto a modificazioni genetiche (è però un ibrido), però la filiera è lunga e si potrebbe tranquillamente sostituire con del grano prodotto in Italia come il Senatore Cappelli.
Ma, proprio grazie alle abili attività di marketing e distribuzione della Kamut®, ormai questa farina si trova praticamente ovunque mentre le farine nostrane che dovrebbero essere più reperibili, sono piuttosto rare da trovare in commercio.

Da un articolo molto interessante di Bressanini apprendo che comunque anche il grano Senatore Cappelli (che buffo nome eh? Nell’articolo c’è la spiegazione anche di questo) è un prodotto ibrido e non italiano fin dalle origini, in quanto deriva da una varietà tunisina, ma non sono certo la paladine dell’autarchia, anche storica, solo vorrei che anche queste varietà con filiera più corta e più vicine a noi avessero la stessa diffusione del Kamut® e soprattutto fossero più conosciute, visto che le caratteristiche sono così simili.

E poi, non può che farmi più simpatia, visto che Strampelli (lo “scopritore” di questa e mille altre varietà di grani) “non si arricchì mai con i suoi frumenti, scegliendo di non richiedere royalties per lo sfruttamento commerciale dei semi da lui distribuiti”.

Per quanto riguarda l’uso di questo o di quel grano in presenza di intolleranze non voglio invece esprimermi. Non sono assolutamente un’esperta e credo che in casi gravi non si possa che ascoltare il parere medico… in rete ho cercato di documentarmi spesso, ma le informazioni che trovo sono sempre molto approssimative e a volte piuttosto fuorvianti.

Ma veniamo alle mie deliziose tortine morbidissime, umide, aromatiche per l’altissima percentuale di mele e per la presenza di succo e scorza di arancia e un pizzico di cannella.
Si conservano al meglio per più giorni e sono perfette sia a colazione che a merenda.

E poi è uno di quei dolci che si dosano coi bicchieri… comodissimi da fare al volo senza particolare attenzione 🙂
Poichè so che in molti me lo chiederanno, vi dico subito che il bicchiere che ho usato è un classico bicchiere di carta, riempito fino all’orlo.

Ingredienti per 13-14 tortine:

  • 3 mele di media-piccole grandezza
  • 3 uova
  • 1 bicchiere di zucchero di canna
  • 1,5 bicchieri di farina di farro
  • 1,5 bicchieri di farina di Kamut®
  • 3/4 di bicchiere di olio di oliva
  • 1 bustina di lievito
  • mezzo cucchiaio di cannella
  • scorza di 1 arancia grattugiata
  • succo di 1 arancio

Ho mescolato le due farine con lo zucchero di canna, il lievito e la cannella. Ho quindi aggiunto le 3 uova e l’olio, mescolando e amalgamando bene tutti gli ingredienti.
Ho quindi grattugiato la scorza di un’arancia, aggiungendola all’impasto, e poi spremuto il succo della stessa arancia e mescolato ancora tutto con la frusta.
L’impasto risulta piuttosto denso.

Infine ho sbucciato le mele, le ho pulite e le ho tagliate a cubetti piccoli, aggiungendole al resto degli ingredienti.
Ho amalgamato e quindi versato tutto nei pirottini di carta (se usate quelli in alluminio ungeteli).

Ho infornato a 180° per circa 30 minuti, ma verificate come sempre con uno stuzzicadenti.

Pin It
17 Gen

Tortine di farro con mandorle e pere

This entry is part 1 of 1 in the seriesMuffin, Tortine, Cupcake

Nella fruttiera c’erano un paio di pere che diventavano ogni giorno più nere e nessuno mangiava e così, due giorni fa, ho deciso di farle fuori io, naturalmente senza spargimenti di sangue, ma immergendole in un profumatissimo impasto di farina di farro e mandorle, ottenendo delle tortine morbidissime, succose, golose, perfette sia a merenda che a colazione.

La ricetta, come sempre, è semplicissima: il tempo di pesare i pochi ingredienti e di impastare velocemente, poi in forno per una ventina di minuti e il gioco è fatto.

Ingredienti per 8 muffin:

  • 110 g di farina di farro
  • 50 g di farina di mandorle (o mandorle macinate molto finemente)
  • 90 g di zucchero di canna
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 75 g di burro
  • 2 uova medie
  • 50 g  di latte
  • 2 pere medie

Ho miscelato la farina di farro con quella di mandorle e con lo zucchero, quindi ho aggiunto il lievito setacciato.
Nel frattempo ho fatto fondere il burro mettendolo per una trentina di secondi al microonde, lasciandolo poi intiepidire.

Intanto ho sbucciato le pere e le ho tagliate a dadini, quindi, ho unito il burro alle uova e le ho sbattute con la frusta.

Ho versato il composto di burro sugli ingredienti secchi, incorporando bene tutto, e poi ho aggiunto il latte per amalgamare meglio e rendere l’impasto meno denso.
Ho aggiunto anche i dadini di pera, mescolando, e poi ho versato tutto nei pirottini di carta inseriti in stampini rigidi (quelli in alluminio, ma anche le apposite teglie).

Ho infornato a 180° per circa 20 minuti, facendo la prova stecchino a fine cottura.

Fate raffreddare completamente prima di servire.

Pin It
14 Gen

Muffin salati di farro al parmigiano e salsiccia, con pepe rosa e semi di papavero

Quando Claudia giovedì mattina ha postato i suoi bellissimi muffin cacio e pepe non ho resistito nemmeno un attimo e appena sono arrivata a casa ho dovuto provare la ricetta! Quando si dice il potere di una foto! Era davvero evidente che i muffin fossero morbidissimi e  golosissimi.

Sicuramente ottima la sua versione, non avevo però in casa il pecorino, per cui ho modificato un pochino la ricetta e ne ho ricavato dei fantastici muffin al parmigiano e salsiccia, sostituendo anche il tipo di pepe, usando il pepe rosa, che dona un fantastico aroma, e dei semi di papavero, più di decorazione che altro.

Infine ho utilizzato 100% di farina di farro.

Il risultato è uno stuzzichino davvero sofficissimo e molto saporito, perfetto anche in versione mignon per un bel buffet o per un aperitivo.

Per questa ricetta ho utilizzato gli stampi in alluminio Icont.

Ingredienti per 8 -9 muffin:

  • 200 g di farina di farro
  • 100 g di parmigiano reggiano
  • 1 uovo
  • 190 latte
  • 50 g olio
  • 1 bustina di lievito istantaneo per pizze e torte salate (tipo Pizzaiolo)
  • 50 g salsiccia secca (per me quella di Monte S. Biagio)
  • pepe rosa
  • semi papavero

 

Ho setacciato la farina di farro con il lievito, a parte ho sbattuto con la frusta l’uovo, il latte e l’olio, quindi ho unito questo composto liquido alla farina, mescolando bene e infine ho aggiunto il parmigiano reggiano grattugiato.

Ho schiacciato con un bicchiere alcune bacche di pepe rosa e ho tagliato in pezzi piccolissimi (quasi tritato) della salsiccia secca, ho aggiunto tutto all’impasto e mescolato ancora. Il composto resta comunque molto denso.

A questo punto ho versato tutto nei pirottini di carta sistemati in quelli di alluminio, ho cosparso con semi di papavero e ho infornato per circa 20 minuti a 180°.

Se usate i pirottini di alluminio non sono necessari anche quelli in carta, purchè li ungete con olio, mentre non potete usare quelli in carta senza un supporto rigido perchè i muffin non crescerebbero bene in altezza.

Pin It