Brioche bicolori

Brioche bicolori

Quando ho visto queste bellissime brioche di Federica su Facebook me ne sono innamorata subito!

Sono davvero ottime! Molto morbide ma poco dolci, perfette per accompagnare della crema al cioccolato, alle nocciole (io me le sono gustate con della golosissima Nocciolata Rigoni d’Asiago) o pasticcera.

La ricetta di Federica la trovate qui, ma ho messo in pratica anche alcuni suggerimenti dati da Aria, tra cui la sostituzione del malto col miele (io ho usato il miele di bosco Rigoni d’Asiago).
Inoltre, ho utilizzato solo latte intero (il solo che si trova a casa mia, visto che l’unico consumatore di latte è il piccolino).

Quindi ecco le dosi che ho utilizzato per avere 16 cornetti piuttosto grandi.

Ingredienti per lievitino:

  • 1 bustina di lievito di birra secco
  • 1 cucchiaino di miele
  • 100 gr farina manitoba
  • 75 gr di latte

Ingredienti per impasto successivo:

  • 130 gr zucchero
  • 250 gr di farina manitoba
  • 250 gr di farina 00
  • 60 gr burro morbido
  • 240 gr di latte
  • 10 gr sale
  • 30 gr cacao amaro

Ho fatto un primo impasto (io ho usato la planetaria) con gli ingredienti del lievitino, quindi ho lasciato lievitare al coperto per circa 45 minuti.
Passato questo tempo, ho unito all’impasto lo zucchero, il pizzico di sale e una prima parte di latte, facendo amalgamare bene il tutto, quindi ho versato la farina e poi il resto del latte, sempre un poco alla volta. I liquidi è bene inserirli un po’ alla volta per permettere la corretta idratazione dell’impasto.
Come ultimo ingrediente ho aggiunto il burro fuso, ma solo dopo aver verificato che tutti gli ingredienti si fossero del tutto amalgamati.
Una volta pronto l’impasto (con la planetaria ci vogliono almeno 10 minuti) ne ho prelevato la metà mettendola da parte, mentre alla metà restante nella planetaria ho aggiunto il cacao, continuando a impastare.
L’ultimo impasto del composto al cacao l’ho fatto a mano per rendere il colore più omogeneo.

Ho messo a lievitare entrambi gli impasti fino al raddoppio (con il caldo ci vorrà circa 1 ora e mezza) e quindi li ho stesi a forma di cerchio il più sottilmente possibile.
Poi ho posizionato i due cerchi uno sull’altro e ho passato nuovamente il mattarello per unirli un pochino.
A questo punto sarà possibile tagliare, con la rotella, i triangoli con cui formare i cornetti (come nel disegno sotto) e poi arrotolarli e posizionarli con la punta verso il basso su una teglia da forno coperta da carta forno.


Metteteli ben distanziati perché cresceranno moltissimo. Se invece volete dei cornetti più piccolini, dividete l’impasto di ogni colore in 2 e formate 4 cerchi in tutto.

Io ne ho arrotolati alcuni con l’impasto bianco all’interno e altri con quello al cacao, per differenziarli un pochino 🙂

Dopo aver formato i cornetti, sarà necessaria un’ultima lievitazione di ancora un’ora e mezza circa. In questo caso dovrà avvenire direttamente sulla teglia e direttamente in forno spento.
A lievitazione ultimata, accendete il forno a 200° e lasciate cuocere per circa 15 minuti.

 

 

Accessori Green Gate

Pin It

10 commenti

  1. Paola, sono veramente bellissime!! Ti sono venute una meraviglia!!! 😀
    Adesso mi studio bene la ricetta… 😉

  2. Tra l’altro quanto è bella la tua tazzina green gate?!?!? 😀

  3. bella mia ma che favola! io le avevo viste lievitare in forno su fb e promettevano bene!.. che meraviglia! ti sono venute semplicemente perfette! poi con la nocciolata .. vabbè mi sa che la comprerò anche io! 🙂 un bacione:*

  4. Ammazza quanto ti son venuti belli!!!!! li avevo visti anche io tempo fa.. baciotti .-)

  5. ma quanto sono belleeeeeeeeeeeeeeeeee!!!non avevo dubbi sulla riuscita sei sempre bravissima!!inserisco il tuo link nel mio mio!!!grazie per la fiducia!!!^_^

  6. Mamma mia che bontà!!!Semplicemente perfette!!!Veramente brava!
    baci

  7. finalmente ho due minuti per vedere queste brioches bellissime!!! *_* ti sono venute veramente perfette!! quasi quasi vado ad impastare… 😀

  8. Wow sono meravigliosi anche tuoi, proverò anch’io sostituendo il malto con il miele, vedo che il risultato è ugualmente perfetto anche senza kefir o yogurt, grazie. Buona domenica.

  9. Temo di averli cotti un po’ troppo ma erano veramente buoni. Ho usato il lievito di birra fresco ed il malto d’orzo, ho ridotto un po’ lo zucchero sostituendolo con un po’ di stevia, sempre per questioni di riciclaggio casalingo, lo zucchero raffinato lo uso molto poco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *